Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Calcio

Lavagnese, colpo grosso dei bianconeri: arriva Romagnoli

La Lavagnese si rinforza con l’acquisto di Mirko Romagnoli, difensore centrale con tanta esperienza in Serie C.

Due vittorie di fila in campionato per cancellare l’inizio di stagione da incubo con quattro ko uno dietro l’altro. Così la Lavagnese si è rialzata e adesso non ha nessuna intenzione di fermarsi e a due giorni dal derby con il Sestri Levante annuncia un nuovo colpo di mercato. 

Romganoli nuovo colpo di calciomercato della Lavagnese

La società nel suo comunicato di annuncio lo definisce “un rinforza pesante” e non potrebbe essere altrimenti. A Lavagna è infatti sbarcato Mirko Romagnoli che scende in Serie D, campionato in cui ha collezionato 14 presenze e un gol in carriera, dopo una lunga militanza in Serie C. Il centrale infatti ha all’attivo 49 partite nella terza serie stagionale, insomma un giocatore di un’altra categoria. 

Nato a Siena e cresciuto nel settore giovanile dellla sua città, continua il suo percorso di crescita nelle Under a Empoli e Perugia, ma è con il rientro a casa, tra i bianconeri di Toscana, che fa il suo esordio in una prima squadra. Per lui da segnalare anche le esperienza con Rimini e Pistoiese, ultima della carriera prima di diventare svincolato e firmare con la Lavagnese. 

Per mister Fasano quindi un ottimo rinforzo che già si allena con i compagni e sarà quindi a disposizione per il derby di sabato, in anticipo, contro il Sestri Levante ancora ultimo in classifica, reduce dall’ottimo pari con il Gozzano, e con due partite da recuperare a novembre contro Casale e Saluzzo. Difficile dire se Romagnoli sarà già in campo nella prossima partita visto che non gioca una sfida ufficiale da qualche tempo, toccherà al tecnico capire se potrà già essere utile oppure se continuare il rodaggio e lanciarlo poi nel turno infrasettimanale del 20 ottobre con il Vado.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavagnese, colpo grosso dei bianconeri: arriva Romagnoli

GenovaToday è in caricamento