rotate-mobile
Calcio

Samp, 30 anni dalla scomparsa di Paolo Mantovani. Il ricordo: "Stile, valori, visione"

I tifosi si sono radunati come ogni anno a Bogliasco per ricordare il presidente dello scudetto e dei successi in Italia e in Europa

"Ha dato forma ai sogni di centinaia di migliaia di persone, colorandoli di blucerchiato. Stile, valori, visione. Trent’anni fa ci lasciava Paolo Mantovani". Così la Sampdoria ha ricordato il presidente che portò ai vertici del calcio italiano ed europeo il club.  La Federclubs ha aggiunto: "30 anni fa (il 12 ottobre 1993, ndr) ci lasciava Paolo Mantovani; le sue gesta splendono tuttora in ogni cuore blucerchiato. I gruppi della Sud si sono ritrovati a Bogliasco per onorare il suo ricordo, come da tradizione, nel giorno della sua scomparsa. 

I successi di Paolo Mantovani

Romano di nascita ma genovese d'adozione, Paolo Mantovani divenne presidente della Sampdoria il 3 luglio 1979 dopo una breve parentesi come addetto stampa tra il 1973 e il 1976. In tre anni riuscì a riportarla in Serie A dando il via agli anni della 'Samp d'oro': nel 1985 il primo trionfo in Coppa Italia, competizione che vide i blucerchiati protagonisti anche nel 1988 e nel 1989.

Due finali e un trionfo anche in Coppa delle Coppe (sconfitta contro il Barcellona nel 1989 e vittoria contro l'Anderlecht nel 1990) prima dello storico scudetto della stagione 1990/1991 a cui seguì anche la vittoria della Supercoppa Italiana. Nel 1991/1992 la finalissima di Coppa dei Campioni persa ai supplementari ancora contro il Barcellona, prima dell'ultimo trionfo arrivato dopo la sua scomparsa nel 1994. La quarta Coppa Italia, però, rimane una creatura di Paolo Mantovani considerando la rosa allestita quando era ancora in vita. A detta di molti proprio quella Samp, che arrivò terza in Serie A, era la più forte di sempre. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Samp, 30 anni dalla scomparsa di Paolo Mantovani. Il ricordo: "Stile, valori, visione"

GenovaToday è in caricamento