rotate-mobile
Calcio

Retegui al Genoa, fumata bianca in arrivo

Mateo Retegui dovrebbe essere il prossimo bomber del Genoa, la trattativa è alle sue battute finali

"E' molto probabile che queste siano le mie ultime partite al Tigre", parole di Mateo Retegui intervistato da TNT Sport Argentina che avvicinano ancora di più l'italo-argentino al Genoa. Il Grifone ha sprintato nell'ultima settimana, prima ha superato l'agguerrita concorrenza, poi ha strappato il sì del giocatore e infine si è presentato al Boca Juniors, proprietario del cartellino dell'attaccante, con l'offerta giusta: 15 milioni di euro. Gli xeneizes hanno detto sì e adesso la strada è in discesa per far diventare realtà quello che fino a una decina di giorni fa sembrava solo un sogno. 

Mateo Retegui giocherà nel Genoa

Si tratta ovviamente dell'acquisto più oneroso della breve storia della 777 Partners, un regalo a Gilardino e a tutta la famiglia rossoblu per la Serie A. Un centravanti di livello era in cima alla lista del mercato fin dal primo giorno di trattative, i dirigenti del Grifone hanno sondato diverse piste, compresa quella per il ritorno di Piatek che però ieri ha deciso di andare in Turchia. Ci sono stati contatti con Mateta del Crystal Palace, ma anche in questo caso tutto è sfumato. 

Così il mirino si è spostato su Retegui che sognava l'Italia non solo per fare il grande salto in Europa, ma anche per essere più vicino a Roberto Mancini che lo considera ormai a tutti gli effetti uno dei centravanti della Nazionale, con cui tra l'altro ha già segnato 2 gol in 3 partite. Prima il Genoa, poi l'Europeo, il programma dell'attaccante è questo e i tifosi già sognano in grande con un altro argentino al centro dell'attacco. 

Classe 1999, Mateo Retegui ha iniziato la sua carriera a soli 19 anni con il Boca Juniors, poi le stagioni a Estudiantes e Talleres senza squilli, l'esplosione del talento arriva con il Tigre con cui in meno di due anni segna 34 gol in 62 con media di oltre una rete ogni due gare. Un bomber vero, un killer dell'area di rigore con lo spirito battagliero di cui il Genoa ha bisogno per la salvezza, Gilardino lo ha detto fin dal primo giorno, bisognerà soffrire, forse con Retegui un po' meno del previsto. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Retegui al Genoa, fumata bianca in arrivo

GenovaToday è in caricamento