rotate-mobile
Calcio

Retegui: "Genoa nel mio destino", i tifosi lo aspettano a De Ferrari

E' il Retegui Day in casa Genoa, il giocatore si è presentato e ora i tifosi lo aspettano in Piazza De Ferrari

Prime parole ufficiali e poi bagno di folla a De Ferrari, il Genoa abbraccia Mateo Retegui, il nuovo bomber di Alberto Gilardino. Oggi il giocatore si è presentato ufficialmente alla stampa, prime parole in cui trasuda la voglia di inizia la nuova avventura nel calcio europeo.

Le prime parole di Retegui al Genoa

"Avevo altre soluzioni, ma ho scelto il Genoa per me e la mia famiglia, il Boca e il Grifone hanno un legame forte, era destino che venissi a giocare qui. Mi hanno parlato molto della piazza, dello stadio, spero di ripagare la fiducia dei tifosi e della società. Giocare in Serie A è un onore, so che è un campionato molto difficile e dovrò lavorare molto. Il mio numero sarà il 19".

Voglia ed entusiasmo per Retegui trasmesso da una leggenda rossoblu: "So che qui gli argentini hanno fatto molto bene, ho parlato con Milito e mi ha spiegato dove sarei arrivato. Forse è una responsabilità in più ma me la prendo volentieri. Ho giocato la mia ultima partita giovedì e quindi sono pronto", per lui l'esordio potrebbe arrivare già sabato sera al Ferraris nell'amichevole con il Monaco. 

Infine un pensiero sulla Nazionale: "Non ho ancora sentito Mancini, ma lo ringrazierò, ha avuto buone parole con me, è un sogno giocare con l'Italia". L'avventura in rossoblu di Mateo Retegui è appena iniziata, i suoi gol dovranno fare la differenza nella corsa salvezza del Grifone, le sue prestazioni dovranno convincere Mancini a puntare ancora su di lui in vista dei prossimi Europei.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Retegui: "Genoa nel mio destino", i tifosi lo aspettano a De Ferrari

GenovaToday è in caricamento