rotate-mobile
Calcio

Reggina-Genoa 2-1: la corsa del Grifone si ferma al Granillo

L'ex Hernani su rigore ferma la striscia positiva del Genoa che viene agganciato al secondo posto proprio dalla Reggina.

Prima sconfitta dopo sei giornate tra vittorie e pareggi per il Genoa che si ferma al Granillo contro la Reggina con il risultato di 2-1. Gli uomini di Blessin vanno sotto colpiti da Canotto, ma trovano il modo per recuperare con Aramu e di rimanere nel match grazie a Semper che ferma il rigore di Menez. Il portiere rossoblu, il migliore dei suoi, non può però nulla nella ripresa nella seconda massima punizione assegnata ai padroni di casa, l'ex Hernani trasforma e regala i tre punti ai suoi. I calabresi raggiungono così il Genoa al secondo posto, ma attenzione al Frosinone che adesso è in fuga con cinque punti di vantaggio sulle seconde. 

Reggina-Genoa 2-1, le pagelle: Semper attento, male Czyborra, Coda stecca

Reggina-Genoa 2-1, la cronaca

Blessin ritrova Strootman, titolare al posto dello squalificato Badelj, e lancia dal primo minuto Czyborra al posto dell'infortunato Pajac. La gara è fin da subito vivace, ritmi alti e all'8' la Reggina si fa vedere con un cross teso in mezzo all'area ma la deviazione vincente non arriva. Il Genoa risponde con diverse avanzate a sinistra dove Czyborra arriva puntuale al cross senza però creare pericoli dalle parti di Ravaglia. Al 15' prima svolta della gara, Majer lancia per Canotto che stoppa e senza essere contrastato dalla difesa rossoblu infila con il destro alle spalle di Semper. 

Il Grifone non riesce a rispondere, o meglio continua ad essere padrone del campo ma non crea nulla dalle parti di Ravaglia, merito soprattutto di una Reggina molto ordinata e fino a questo momento perfetta in fase difensiva. Al 33' però gli ospti riescono a sfondare il muro, Sabelli scende a destra per la prima volta e pesca Aramu che di testa fredda Ravaglia, è il primo gol dell'ex Venezia in rossoblu. Sembra un gioia destinata a durare poco perché due minuti più tardi Sabelli stende Rivas in area, per l'arbitro è rigore ma Semper para la conclusione dal dischetto di Menez. Il portiere tiene così a galla il Grifone in un primo tempo che non regala più emozioni.

La ripresa parte senza cambi e a ritmi decisamente più moderati rispetto a quelli della prima frazione. Al 54' la Reggina torna davanti con il secondo rigore di giornata, sul cross di Pierozzi la palla sbatte sul braccio di Czyborra, sul dischetto questa volta va Hernani che spiazza Semper. Blessin prova a dare la scossa con Portanova e Yalcin al posto di Gudmundsson, insolitamente spento, e Jagiello. Il Genoa alza il baricentro, ma rischia ancora al 64' con Canotto che lanciato splendidamente da Menez si invola e cerca il primo palo dove però fa buona guardia Semper. La Reggina si abbassa e lascia pochi spazi ad un Grifone povero di idee nella ripresa e che non arriva mai in maniera pericolosa in area dei padroni di casa. Finisce così 2-1, è la prima sconfitta dopo sei gare per il Genoa che esce dal Granillo sconfitto al termine di una delle serata meno brillante del campionato fino ad oggi.

Reggina-Genoa 2-1 | Tabellino e voti

Reti: 15' Canotto, 33' Aramu, 54' Hernani (rig.)

REGGINA (4-3-3): Ravaglia 6; Pierozzi 6, Camporese 6,5, Gagliolo 6,5, Giraudo 6 (74' Cionek 6); Fabbian 6, Majer 6 (70' Cicerelli 6), Hernani 7; Canotto 6,5 (80' Liotti), Menez 5,5 (70' Gori 6), Rivas 6,5 (70' Crisetig 6).

GENOA (4-2-3-1): Semper 7; Sabelli 5,5, Bani 5,5, Dragusin 6, Czyborra 5 (70' Hefti 6); Frendrup 5,5, Strootman 6,5 Jagiello 6 (56' Yalcin 5,5), Aramu 6,5 (80' Yeboah), Gudmundsson 5,5 (56' Portanova 6); Coda 5,5

Arbitro: Maresca di Napoli

Note: Ammoniti Sabelli, Bani, Rivas, Yalcin, Strootman, Frendrup

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina-Genoa 2-1: la corsa del Grifone si ferma al Granillo

GenovaToday è in caricamento