rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Calcio

L'addio al calcio di Quagliarella: "Costretto a smettere"

Con la Sampdoria ha giocato nel 2006/2007 e poi dal 2016 al 2023: 293 presenze e 106 goal tra Serie A e Coppa Italia, è tra i migliori marcatori della storia del club

Fabio Quagliarella, 40 anni, ha ufficialmente annunciato il proprio ritiro dal calcio giocato. L'ex attaccante blucerchiato aveva dichiarato al termine dello scorso campionato di essere disposto a rimanere alla Sampdoria anche in Serie B, per contribuire alla risalita. Le intenzioni del capitano, però, non si sono incontrate con quelle della nuova società guidata da Manfredi e Radrizzani.

Dopo alcuni mesi con qualche voce di mercato infondata, su tutte quella di un approdo a Bari, il bomber ha dichiarato di essere ormai costretto ad appendere gli scarpini al chiodo: "Sono svincolato e costretto a smettere, sono in condizioni fisiche inaccettabili per poter tornare in campo - ha detto ai microfoni di Sky Sport - ora avrò tutto il tempo per capire quale strada intraprendere".

La carriera e i numeri di Fabio Quagliarella 

Fabio Quagliarella, nato a Castellammare di Stabia il 31 gennaio 1983, ha segnato 235 goal in 723 partite con le maglie di club tra campionati e coppe, ha fatto le fortune di Chieti, Torino, Fiorentina (nell'anno in cui si chiamava Florentia Viola dopo il fallimento), Torino, Ascoli, Sampdoria, Napoli e Juventus. A questi numeri vanno aggiunti altri nove goal con la maglia della Nazionale, vestita 28 volte. Due le parentesi in maglia blucerchiata. La prima nella stagione 2006/2007 con 42 gare e 14 goal tra Serie A e Coppa Italia; la seconda dal 2016 al 2023 con 251 gare e 92 goal. Totale 293 gettoni di presenza in blucerchiato e 106 goal (277 presenze e 102 goal solo in Serie A, il resto in Coppa Italia), nella storia del club solo Mancini (171 gol), Vialli (141) e Flachi (110) hanno segnato di più. A livello di campionato  Serie A solo 'Bobby goal' precede Quagliarella per numero di reti segnate. Nella stagione 2018/2019 ha conquistato il titolo di capocannoniere con 26 marcature, risultato che gli è valso anche il premio della Serie A come miglior attaccante dell'anno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'addio al calcio di Quagliarella: "Costretto a smettere"

GenovaToday è in caricamento