rotate-mobile
Calcio

Cosenza-Genoa 1-2: Grifone corsaro nella corrida del Marulla

Vittoria in trasferta per il Genoa con un primo tempo incandescente, Coda e Strootman firmano il successo che vale un bel balzo in classifica.

Quarto risultato utile di fila per il Genoa che dopo lo 0-0 con il Cagliari torna al successo battendo 2-1 in trasferta il Cosenza. Nel primo tempo succede di tutto, due rigori, uno per parte realizzati da Coda e Butic, l'espulsione di Bani e una rete bellissima di Strootman. Meno spettacolo nella ripresa con il Grifone che nonostante l'inferiorità numerica controlla e si porta a casa tre punti che valgono il secondo posto condiviso con altre tre squadre a solo un punto dalla capolsita Ternana.

Cosenza-Genoa 1-2, le pagelle: Coda glaciale, Strootman magico, Bani ingenuo

Cosenza-Genoa 1-2, la cronaca

Solo un cambio rispetto al Cagliari per Blessin che lascia in panchina uno spento Yalcini e punta su Jagiello sulla parte sinistra del tridente alle spalle di Coda. Al 4' prima conclusione del match con Butic che di sinistro costringe Martinez a rifugiarsi in angolo. Il copione della gara è scritto fin dalle prime battute, è il Grifone a fare la partita con tanta possesso palla e la ricerca dell'imbucata per scatenare Coda, i padroni di casa difendono compatti rintanandosi tutti e undici nella propria metà campo per poi ripartire con tanti giocatori. Al 9' primo squillo genoano con Coda che ci prova ma il suo sinistro sporco viene neutralizzato da Matosevic. La pressione degli ospiti aumenta, ma i ritmi sono bassi e aiutano il muro del Cosenza che rischia pochissimo. 

La gara continua così senza emozioni, tra noia e sbadiglia con il Grifone che non riesce a concretizzare il suo 70% di possesso palla a metà prima frazione. Al 29' la svolta della gara, Gudmundsson mette in mezzo e il pallone tocca il braccio di Rigione, per l'arbitro è rigore che Coda trasforma per lo 0-1. Due minuti dopo ancora Gudmundsson scappa a sinistra e mette in mezzo per Jagiello che tutto solo prova a piazzare ma Matosevic devia in angolo. La partita si accende e al 34' il Cosenza torna in partita perché Baroni espelle Bani che ferma Nasti a centrocampo e accumula il secondo "giallo" del match. Blessin cambia subito, fuori uno spento Jagiello e dentro Ilsanker per ricomporre la linea a quattro di difesa. La sfida sembra complicarsi ma al 36' arriva il colpo magico di Strootman che al volo dal limite dell'area infila lo 0-2. La gara però ormai è esplosa e non ci sono momenti di pausa, al 50' nuovo colpo di scena, contattoo tra Sabellli e Panico in area di rigore, Baroni decide che è rigore ma i dubbi sono molti. Butic s presenta sul dischetto e infila in rete per l'1-2 che riporta il Cosenza in gara.

Nella ripresa il Cosenza prova a fare la gara ma il Genoa, nonostante l'inferiorità numerica, tiene bene il campo e nella prima parte non lascia spazi aperti agli avversari.I padroni di casa inseriscono Brignola e Gozzi, passano alla difesa a quattro ed a un atteggiamento più offensivo e al 65' è Nasti ad andare vicino al gol con un tiro a giro che mette i brividi a Martinez. Blessin risponde con due cambi in attacco, fuori Coda e Aramu dentro Yalcin e Yeboah. La seconda frazione non regala nessuna emozione, i ritmi lenti aiutano il Grifone a mantenere il vantaggio ed essendo in inferiorità numerica è lo stesso Genoa a non volere cambiare lo spartito della gara. La fortuna di certo non accompagna Blessin che al 76' deve sostituire Ilsanker infortunato, al suo posto Vogliacco e in contemporanea fa il suo esordio Touré al posto di un ottimo Gudmundsson. All'80' ospiti vicino al terzo gol con Yeboah e Vogliacco che non riescono a superare Matosevic con una doppia conclusione nel giro di pochi secondi. Il risultato non cambia più e il Genoa si porta a casa l'intera posta.

Cosenza-Genoa 1-2 | Tabellino e voti

Reti: 31' Coda (rig), 37' Strootman, 50' Butic (rig.)

Cosenza (3-4-1-2): Matosevic 6; Meroni 6 (70' Merola) s.v., Rigione 5, Venturi 5,5; Rispoli 6 (56' Brignola 5,5), Calò 5,5 (46' Voca 6), Brescianini 6, Panico 6 (56' Gozzi 6); D’Urso 5,5; Butic 6, Nasti 5,5 (70' Larrivey s.v.). All. Dionigi

Genoa (4-2-3-1): Martinez 6; Sabelli 6, Bani 5, Dragusin 6, Pajac 5,5; Frendrup 6, Strootman 7; Gudmundsson 6,5 (76' Touré s.v.), Aramu 5,5 (67' Yalcin s.v.), Jagiello 5,5 (34' Ilsanker 6, 76' Vogliacco s.v.); Coda 6,5 (67' Yeboah 6). All. Blessin

Arbitro: Baroni di Firenze

Note: ammoniti Rispoli, Meroni Espuslo:Bani per doppia ammonizione

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosenza-Genoa 1-2: Grifone corsaro nella corrida del Marulla

GenovaToday è in caricamento