rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Calcio

Addio a Claudio Garella, 113 presenze con la maglia della Samp

L'avvocato Gianni Agnelli lo definì "il portiere più forte del mondo, però senza mani". Lascia la moglie Laura e le figlie Claudia e Chantal. Il cordoglio della società guidata da Marco Lanna

Nel giorno del 76esimo compleanno della Sampdoria arriva una brutta notizia. È morto a Torino, all'età di 67 anni, Claudio Garella, portiere della Sampdoria dal 1978 al 1981. Nato nel capoluogo piemontese il 16 maggio 1955, arrivò a Genova dalla Lazio, difendendo i pali blucerchiati in 125 occasioni complessive tra Serie B e Coppa Italia.

Stazza imponente, poco estetico e ortodosso, Garellik divenne famoso per il suo modo insolito di parare con ogni parte del corpo. Anche e soprattutto per le sue esperienze successive tra Verona e Napoli (con due storici Scudetti all'attivo)  si prese un posto nella storia del calcio per le spericolate uscite basse, molto spesso decisive.

Alla famiglia Garella le più sentite condoglianze da parte del presidente Marco Lanna e della società blucerchiata. Lascia la moglie Laura e le figlie Claudia e Chantal, ed il ricordo di quello che fu, come dichiarato all'epoca dell'avvocato Gianni Agnelli, "il portiere più forte del mondo, però senza mani".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Claudio Garella, 113 presenze con la maglia della Samp

GenovaToday è in caricamento