rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Calcio

Genoa, è un mercato da 8 in pagella

Chiusa la sessione estiva del calciomercato, il Genoa esce a testa alta e con tanti obiettivi raggiunti

Il Genoa è tornato per restare e durante l'estate la dirigenza lo ha fatto chiaramente capire a tutti. Gilardino non solo ha mantenuto l'ossatura della squadra con cui ha centrato la promozione ma ha accolto giocatori di primi piano soprattutto nel reparto offensivo, quello che aveva maggiore bisogno di acquisti in vista delle sfide del massimo campionato. Alla fine il voto è in pagella è 8, all'appello manca solo un esterno destro difensivo, ma a gennaio la lacuna potrà essere colmata. 

Gli acquisti del Genoa nel calciomercato 2023

Il colpo da novanta è sicuramente Retegui, centravanti che Spalletti ha convocato in Nazionale dopo che Mancini lo aveva fatto esordire. Pagato 15 milioni di euro è un investimento più importante fatto dalla 777 Partners, un sorta di regalo ai tifosi e a Gilardino che però non è stato l'unico. Subito dopo questa mossa il mercato ha avuto un'accelerata con l'altro pezzo pregiato Malinovskyi, uno che con l'Atalanta è arrivato fino in Champions League e che a Bergamo ha toccato quota 8 reti in due stagioni consecutive. A loro si è aggiunto il milanista Messias, altra iniezione di qualità e tecnica. Non mancano anche i muscoli con Thorsby e Kutlu a rinforzare la mediana e poi la rivoluzione mancina con il ritorno di Haps e l'arrivo a parametro zero di Martin. In difesa il giovane De Winter è andato ad aggiungersi alla batteria di centrali. Tanti colpi, tutti sensati e senza ricerca di inutili figurine, ognuno è funzionale al progetto di Gilardino che ha una rosa decisamente completa. All'appello manca solo il terzino destro con l'ostacolo Garcia che si è rivelato insormontabile per arrivare a Zanoli. 

Il mercato in uscita

Ottime anche le mosse in uscita con l'addio a giocatori che non facevano più parte del progetto e che avevano contratti pesanti come Coda e Aramu finiti a Cremonese e Bari. Insieme a loro via anche Pajac, Semper, Tourè, Sturaro, Cassata e Parigini. Discorso a parte per il giovane Lipani, il ragazzo ha talento ma l'offerta da 10 milioni per il Sassuolo è stata di quelle impossibili da rifiutare. Grazie a questo addio probabilmente è stato possibile non cedere pezzi pregiati come Gudmundsson, che aveva molte richieste, e Dragusin. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genoa, è un mercato da 8 in pagella

GenovaToday è in caricamento