rotate-mobile
Calcio

Calciomercato Genoa, il punto su tutte le trattative

Primi rumors per il calciomercato del Genoa, il punto su tutte le trattative in entrata e in uscita del Grifone

Il mercato è alle porte, la sessione estiva inizierà ufficialmente il primo luglio, ma le società sono già al lavoro per migliorare le proprie squadre. Così sta facendo anche il Genoa che prima dovrà cedere un big e poi inizierà a trattare per gli acquisti, anche in questa sessione infatti il bilancio delle operazioni dovrà essere in positivo. 

Genoa, il punto sulle trattative in uscita

Il prescelto per l'addio sembrava essere Gudmundsson, corteggiato da più parti con Napoli, Juventus e Inter sulle sue tracce e valutato dalla dirigenza rossoblu intorno ai 40 milioni di euro. La riapertura del processo a suo carico però ha messo tutto in stand by e così il Grifone dovrà valutare se sarà necessario vendere un altro gioiello. L'Inter spinge per Martinez, anche se non è la sola pista per la porta nerazzurra con Bento e Oyono nella lista di Ausilio.

I primi contatti ci sono stati, la valutazione del Genoa è di 20 milioni, la stessa che ha fatto frenare l'Inter per Bento, quindi non sembra al momento una trattativa molto semplice anche perché i Campioni d'Italia prima di acquistare devono cedere. Non sembra essere all'ordine del giorno anche l'addio di Retegui, la Fiorentina ha provato l'approccio ma sembra essersi già voltata dall'altra parte quando ha sentito la richiesta del Genoa: 30 milioni per il cartellino dell'attaccante. Per il resto Strootman ha detto addio, probabile che possa partire anche Haps, valigie già in mano per Coda e Aramu che torneranno alla base dopo i prestiti ma non rientrano nei piani della società, al pari di Puscas.

I possibili acquisti del Genoa

In entrata il piano del Grifone è chiaro, qualche rinforzo per migliorare nei ruoli scoperti, sugli esterni e una pedina in mediana, e piena fiducia al gruppo che ha concluso brillantemente il primo campionato in Serie A. Per questo al momento le vere trattative in entrata sono solo due: le conferme di Spence e Vitinha. Per l'inglese il Tottenham non farebbe muro, la richiesta è di 8 milioni che sarebbero trattabili, il problema è lo stipendio del calciatore che si aggira intorno al milione e mezzo, pagato interamente dagli Spurs in questi mesi. 

Più complicato il discorso Vitinha, il diritto di riscatto è fissato a 25 milioni, l'Olympique Marsiglia ha già fatto sapere che non accetterà un nuovo prestito e quindi bisognerà capire se sarà disponibile ad abbassare le richieste. Appare difficile infatti che i rossoblu possano spendere l'intera cifra pattuita a gennaio per il portoghese. In entrata si guarda soprattutto al centrocampo con Miretti obiettivo numero uno, ma un suo addio alla Juventus dipenderà dal giudizio di Thiago Motta e dagli eventuali acquisti dei bianconeri. Piacciono anche Thorsvedt del Sassuolo, con valutazione in picchiata dopo la retrocessione in B, e Maggiore, giocatore già accostato al Genoa nelle passate sessioni di mercato.

In attacco si sta cercando un vice Retegui, la prima opzione è la permanenza di Ekuban a cui è stato offerto il rinnovo di contratto, la distanza non sarebbe stata limata del tutto, ma le sensazione per la permanenza ora sono positive. Se invece non ci sarà accordo si parla di Brunori, Krstovic e Glatzel, tre profili da tenere d'occhio. Poco o nulla si muoverà in difesa con il ritorno di Marcandalli che chiuderebbe la rosa dei sei centrali da mettere a disposizione di Gilardino per il prossimo campionato. In porta in caso di addio di Martinez già sondato il sostituto: Leo Roman dell'Oviedo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Genoa, il punto su tutte le trattative

GenovaToday è in caricamento