rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Calcio

Calciomercato Genoa, gli obiettivi per la prossima estate

La firma di Gilardino è il primo passo per il futuro del Genoa, ora si dovranno cercare le pedine giuste per rendere migliore la squadra

La conferma di Gilardino è ufficiale, l'allenatore ha posto ieri la firma sul contratto che lo legherà al Grifone per le prossime due stagioni, è il fischio d'inizio per la prossima stagione. I rossoblu devono ancora salutare il Ferraris nell'ultima giornata, poi si penserà al calciomercato che terrà compagnia ai tifosi fino a settembre con le sue lunghe liste di nomi, rumors, trattative, acquisti e cessioni.

I possibili colpi in entrata del Genoa

Cosa dovrà fare il Genoa per essere più forte? Alcune pedine per il 3-5-2 di Gilardino mancano, negli undici titolari continuano ad essere un punto debole gli esterni. Sabelli a destra verrà confermato, ha fatto bene ma si cercherà, come ormai da un paio di anni, un titolare migliore. L'idea Spence è concerta, l'inglese ha fisico, passo e talento offensivo, ma deve migliorare sull'altro lato del campo. E' giovane e può farlo, bisognerà capire se il Genoa vorrà investire 8 milioni per riscattarlo dal Tottenham. Qualcosa manca anche a sinistra dove Martin ha fatto vedere un ottimo piede ma poco altro di più, e anche lui difensivamente soffre. L'alternativa è Haps, anche in questo caso è probabile che si cerchi qualcosa di meglio.

Difficile pensare ad una rivoluzione perché il gruppo merita la riconferma per quello fatto in questa stagione, in difesa il sostituto di Dragusin è De Winter, il belga Bani e Vasquez sono una garanzia, Marcandalli verrà provato in ritiro, Vogliacco ha dimostrato di essere un buon rincalzo, e Matturro deve ancora far esplodere il suo talento. Manca qualcosa? A livello numerico no, certo che se davvero si vorrà alzare l'asticella un centrale di livello potrebbe servire. Nessun dubbio ovviamente sul portiere, Martinez sta crescendo benissimo e dovrà essere protetto dalle voci di mercato. 

Centrocampo e attacco, cosa succede

In mezzo al campo Badelj ha rinnovato, Bohinen e Thorsby sono stati riscattati al pari di Messias e Malinovskyi, Frendrup è ormai un pilastro. Certo in questo caso un regista giovane, piace sempre Barrenechea, sarà un obiettivo perché il capitano croato non è eterno.

In attacco tutto ruota intorno al sostituto di Gudmundsson che verrà ceduto per fare cassa e poter fare quel mercato in attivo che è obbligatorio in casa Genoa. L'islandese lascerà un vuoto enorme, tutto il mercato rossoblu ruoterà intorno al suo sostituto, ma nel reparto offensivo potrebbe esserci bisogno anche di altro perché Ekuban ancora non ha rinnovato e Vitinha ha un riscatto fissato a oltre 20 milioni. Se entrambi partissero servirebbero un vice Retegui, da aggiungere ad Ankeye di cui Gilardino parla bene da tempo, e una seconda punta di qualità. 

Due esterni, un centrocampista e due attaccanti, potrebbe bastare questo al Genoa per diventare ancora più forte e provare davvero avvicinarsi alle big del nostro campionato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Genoa, gli obiettivi per la prossima estate

GenovaToday è in caricamento