rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Calcio

Calcio Ligorna, mister Napoli racconta gli Allievi B

Il tecnico degli Allievi B del Calcio Ligorna racconta il suo gruppo di ragazzi che ha appena iniziato la stagione.

Gli Allievi Fascia B del Calcio Ligorna, nuova matricola di pure settore giovanile legata al Ligorna stanno affrontando il girone di qualificazione per la fase regionale del campionato. Una scelta chiara quella della società, che permette a tutti i ragazzi di poter competere in classifica nel loro campionato di appartenenza. La squadra è allenata da Giuseppe Napoli, supportato dai dirigenti accompagnatori Francesco Nicolini e Massimo Setti. Approfondiamo ora il percorso e il metodo di lavoro del gruppo attraverso le parole di Mister Napoli.

"Sono siciliano di Catania", racconta Giuseppe, "sono venuto 18 anni fa in Liguria". Dopo aver giocato a calcio in regione, una volta trasferitosi ha cominciato ad avvicinarsi al mondo delle panchine, collaborando con gli staff tecnici di Ceriale, Arenzano, Savona e Varazze, passando anche per il Centro Tecnico Federale di Alassio. Quest’anno la nuova avventura al Ligorna: "Un ambiente bellissimo, sono molto contento di come sono stato accolto da tutti".

Una squadra, quella della nuova matricola Calcio Ligorna, che sta affrontando la qualificazione alla fase regionale. "Come richiesto dalla società", racconta il mister, "abbiamo impostato il lavoro incentrandolo sulla crescita dei ragazzi sia a livello tecnico sia a livello tattico". "Un obiettivo indipendente dai risultati", spiega Napoli, "e che perseguiremo anche se non passeremo alla fase regionale", il tutto nella speranza che ci sia anche una «contemporanea crescita dal punto di vista dello sviluppo fisico".

"Un obiettivo che mi sono posto", spiega Napoli, laureato in Scienze Motorie e laureando in specialistica, "è quello di lavorare in maniera più ampia curando anche l’aspetto atletico, le capacità coordinative e aerobiche". Un lavoro che comunque "sta portando dei risultati", con la squadra che "è ben preparata da questo punto di vista in questo momento della stagione". Dal punto di vista tattico, invece, "mi piace impostare un lavoro misto tra le varie correnti di pensiero», ma sempre «funzionale alle situazioni e alle tipologie di squadra con cui devo lavorare".

"Sono molto contento dei ragazzi", ammette il mister, "siamo partiti un po’ in salita ma ho ottenuto una bella risposta sia dai ragazzi che dalle loro famiglie con un’armonia che mi piace". Un gruppo di 24 giovani giocatori che "stanno lavorando a testa bassa facendo tutto ciò che chiedo con la massima serietà e approcciandosi bene a questa nuova metodologia di lavoro". "Unione e unità sono i concetti fondamentali», continua, «lavorando da squadra si mettono in risalto i singoli e più singoli sono in risalto più la squadra cresce".

In ultima battuta i ringraziamenti alla società. "Ringrazio tutti in società", afferma il mister, «"l Presidente Saracco, il Direttore Ricci, così come anche Andrea Barbieri e Guido Poggi e tutte le persone che gravitano intorno al Ligorna". "Ho avuto l’opportunità di entrare in questa grande famiglia», in chiusura, «ringrazio la società per avermi affidato questi ruoli e per avermi dato fiducia".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Ligorna, mister Napoli racconta gli Allievi B

GenovaToday è in caricamento