rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Calcio

L'ombra di Labbadia su Shevchenko, specialista delle salvezze in Bundesliga

Decisiva la gara contro il Milan in Coppa Italia, il tecnico tedesco è l'alternativa in caso di esonero: tante imprese da subentrante in Germania

In Coppa Italia è arrivata l'unica vittoria della gestione Shevchenko (1-0 alla Salernitana) e proprio nella seconda manifestazione nazionale potrebbe anche arrivare il capolinea dell'avventura del tecnico ucraino sulla panchina del Genoa. Salvo miracoli, infatti, il destino di Sheva sembra segnato e gli ottavi di finale contro il Milan (qui le probabili formazioni) potrebbero essere l'ultimo match di un'avventura dai numeri drammatici. Tre pareggi e sei sconfitte in campionato con tre gol fatti e quattordici subiti e una salvezza ora distante cinque punti, per tentare la 'remuntada' la società pensa a un nuovo ribaltone in panchina e tutti gli indizi portano a Bruno Labbadia, tecnico tedesco specializzato nella salvezze in Bundesliga. Le altre alternative erano Stankovic, Garcia e Dardai.

Chi è Bruno Labbadia

Dopo gli esordi tra Darmstadt e Furth Labbadia ha fatto buoni campionati tra Bayer Leverkusen e Amburgo (2008-2010), poi ha salvato lo Stoccarda nel 2010/2011 subentrando a dicembre da ultimo in classifica e chiudendo poi al dodicesimo posto dopo una bella rimonta, successivamente con lo Stoccarda ha conquistato la qualificazione in Europa League grazie a un sesto posto nel 2011/2012. Nel 2012/2013 ha perso la finale di coppa di Germania col Bayern, ma ha nuovamente staccato il pass europeo, l'anno successivo è stato però esonerato dopo una pessima partenza. 

Tornato all'Amburgo ad aprile 2015 ha conquistato la salvezza attraverso i playout, poi l'anno successivo ha conquistato un tranquillo decimo posto, prima di essere esonerato nel settembre 2016, ancora una volta dopo un brutto avvio di campionato. 

Altra salvezza nel 2018 con il Wolfsburg, da subentrante a febbraio e ancora attraverso i playout, poi la conferma nel 2018/2019 con un sesto posto che non basta, però, per la riconferma. 

L'ultima esperienza in panchina è stata quella del 2020, ancora da subentrante, nell'Hertha Berlino: nove partite con quattro vittorie, un pareggio e quattro sconfitte e salvezza in cassaforte. Nel 2021 è stato poi esonerato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ombra di Labbadia su Shevchenko, specialista delle salvezze in Bundesliga

GenovaToday è in caricamento