rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Altro

Pallanuoto, Pro Recco impegnata a Trieste in A1 maschile

La Pro Recco affronta Trieste in un match tra la prima e la terza in classifica in Serie A maschile di pallanuoto

Un altro big-match alla “Bruno Bianchi”. Sabato 13 novembre, nella sesta giornata di andata del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste ospiterà la Pro Recco campione d’Europa in carica con fischio d'inizio programmato alle 15.

Figlioli presenta Trieste-Pro Recco

Non c’è tempo per fermarsi dunque per i recchelini che mercoledì hanno spazzato via la Steaua in Champions League e domani affrontano Trieste in una vasca in cui qualche settimana fa è caduto il Brescia. Un match dunque da prendere con le pinze per la capolista che rispetto all’impegno di Champions ritrova il capitano Figlioli e già questo pomeriggio è partita per il capoluogo giuliano. "Trieste è una squadra organizzata che ha parecchia fame - il commento di Figlioli - non li sottovalutiamo ma dobbiamo pensare a fare il nostro gioco, a scendere in vasca determinati e con concentrazione mettendo in evidenza i loro punti deboli"

Assenza pesante per Trieste contro la Pro Recco

Dall'altra parte della barricata il coach di trieste Daniele Bettini dovrà fare a meno di uno dei suoi elementi cardine, ovvero Ivan Buljubasic, fermato per un turno dal giudice sportivo. Assenza pesante, senza dubbio. “Proprio così - spiega il tecnico - Ivan per noi è fondamentale nella fase difensiva e nella gestione del ritmo. Davvero peccato farne a meno contro un avversario di enorme qualità come il Recco”. Il gruppo comunque ha lavorato forte in settimana. “Siamo un po’ stanchi - continua Bettini - arriviamo da una serie di impegni molto dispendiosi, l’entusiasmo però è ancora tantissimo. Ora ci attende la partita forse più facile del campionato, quella in cui non hai nulla da perdere. Noi però abbiamo decisamente cambiato mentalità, siamo in fiducia e l’obiettivo è quello di provarci di nuovo. Ci stiamo preparando nei minimi dettagli dal punto di vista tattico. Tra le tantissime armi che loro hanno a disposizione c’è anche un pressing asfissiante che ti toglie la possibilità di giocare il pallone, dovremo trovare le giuste contromisure”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, Pro Recco impegnata a Trieste in A1 maschile

GenovaToday è in caricamento