Altro

Paralimpiadi Tokyo 2020: Bocciardo trionfa ancora, secondo oro nei 100 sl

Il nuotatore genovese ha concesso il bis dopo la medaglia d'oro nei 200 metri stile libero

Francesco Bocciardo concede il bis alle Paralimpiadi di Tokyo. Dopo la medaglia d'oro nella finale dei  200 metri stile libero S5 (2'26"76, nuovo record Paralimpico) il nuotatore genovese ha trionfato anche nei 100 metri con un grandissimo recupero negli ultimi 20 metri e con il tempo di 1'09''56. Dietro di lui il cinese Lichao Wang (+0,89), terza posizione per il brasiliano Daniel De Faria Dias (+1'24). 

"Se è un sogno non svegliatemi - ha commentato ai microfoni di Rai Sport - perché davvero non ci speravo. Questa gara era ancora più difficile di quella di ieri, ma il mio allenatore mi aveva detto che gli ultimi 20-25 metri sarebbero stati decisivi. Dovevo andare a cannone, così è stato".

Per Bocciardo, classe 1994, affetto dalla nascita da diplegia spastica, si tratta della terza medaglia olimpica della sua carriera: a Rio 2016 aveva conquistato l'oro nei 400 stile libero, a Tokyo fantastica doppietta tra 100 e 200 metri. 

Soddisfatto il presidente del Comitato Paralimpico Liguria Gaetano Cuozzo: "Francesco è un ragazzo eccezionale che merita i successi che sta ottenendo. È la dimostrazione che con il lavoro, l'impegno e la passione si possono superare tutti i limiti. Grazie a lui si pone anche l'attenzione su tutto il settore paralimpico della Liguria. Ci sono tanti ragazzi e tante ragazze che possono trovare nello sport uno strumento di socialità e benessere".

Stefano Anzalone, consigliere con delega allo Sport del Comune di Genova ha annunciato la proposta per un'onorificenza cittadina: "Francesco è un ragazzo eccezionale che merita i successi che sta ottenendo e che sono realizzati con tanto lavoro, impegno, tenacia e passione. Dimostra che si possono superare i limiti. Grazie a lui si pone anche l’attenzione su tutto il settore paralimpico della Liguria. Ci sono tanti ragazzi e tante ragazze che possono trovare nello sport uno strumento di socialità e crescita. Proporrò al sindaco di conferirti un’onorificenza cittadina".

"Francesco è un atleta meraviglioso, un orgoglio per lo sport e per la città - aggiunge il consigliere con delega ai rapporti con il Comitato Paralimpico Vittorio Ottonello - nonché un modello di vita, di virtù, di dedizione e di caparbietà. Una dimostrazione delle capacità di un uomo che si pone un obiettivo. Sono orgoglioso di essere genovese come lui. Qui si allena, qui concilia sport e lavoro ed è la dimostrazione di come si possa raggiungere per ben tre volte, tra Rio e Tokyo, il tetto del mondo. Grazie Francesco e grazie al Comitato Paralimpico genovese e italiano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paralimpiadi Tokyo 2020: Bocciardo trionfa ancora, secondo oro nei 100 sl

GenovaToday è in caricamento