Aics e Calcio Liguria, accordo storico nel calcio amatoriale genovese

Aics e Csen condivideranno iniziative e campionati amatoriali , con particolare riferimento al Calcio a 11, Calcio a 7, Calcio a 5 maschile e femminile. L’accordo si prefigge anche lo scopo di bandire ogni forma di violenza dai campi di calcio:  i  provvedimenti disciplinari e le squalifiche più gravi saranno infatti condivise tra i due Enti.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Svolta epocale nel calcio amatoriale genovese. Aics e Csen Calcio Liguria, infatti, hanno stretto un accordo storico. I campionati calcistici organizzati dai due enti rappresentano da molti anni due punti di riferimento per il calcio amatoriale genovese, con un coinvolgimento complessivo di oltre 500 squadre e 6000 calciatori.

I due Enti hanno le proprie caratteristiche organizzative, ma sono uniti dalla medesima filosofia sportiva.E’ proprio nel nome di questa filosofia, fatta di ragioni sportive, morali ed etiche, che le due organizzazioni genovesi hanno deciso di stringere un accordo finalizzato a sviluppare iniziative comuni per il bene del calcio amatoriale genovese.

Aics e Csen condivideranno iniziative e campionati amatoriali , con particolare riferimento al Calcio a 11, Calcio a 7, Calcio a 5 maschile e femminile. L’accordo si prefigge anche lo scopo di bandire ogni forma di violenza dai campi di calcio:  i  provvedimenti disciplinari e le squalifiche più gravi saranno infatti condivise tra i due Enti.

Csen e Aics si impegnano a tenere aperto un tavolo di incontri e di confronto, valutando nuove iniziative e strategie comuni. Claudio Giansoldati e Sandro Scarrone, leader storici dei settori calcistici di Aics e Csen, hanno già inoltrato l’informativa al Coni e auspicano che anche gli altri Enti genovesi vogliano condividere i valori morali ed etici di questo importante, storico,  accordo.

Torna su
GenovaToday è in caricamento