Martedì, 21 Settembre 2021
Costume e società

Wiki Loves Monuments, edizione 2021 alle porte: come partecipare al concorso

Quest'anno il concorso si terrà dal 1 al 30 settembre 2021: tutto quel che c'è da sapere

Wiki Loves Monuments (conosciuto anche con l'acronimo WLM) è un concorso fotografico internazionale che coinvolge cittadini di tutto il mondo nel documentare il proprio patrimonio culturale. Il concorso si rivolge a fotografi professionisti, appassionati e dilettanti invitandoli a fotografare monumenti e beni di valore artistico presenti sul proprio territorio, caricando poi le immagini ottenute su Wikimedia Commons con licenza libera. Quest'anno il concorso si terrà dal 1 al 30 settembre 2021.

Come partecipare a Wiki Loves Monuments 2021

Sul sito di Wiki Loves Monuments è possibile cliccare sulla regione per vedere quali monumenti e comuni si possono fotografare per partecipare. 

Per partecipare al concorso con una propria foto, la prima cosa da fare è trovare un soggetto dalla lista dei monumenti fotografabili. Una volta scelto il proprio soggetto preferito, magari fra quelli più vicini a casa propria o al luogo in cui si prevede di passare le vacanze (tenendo conto che il concorso si svolgerà a settembre) non resta altro che armarsi di macchina fotografica, scegliere l'angolazione e la luce giusta, e scattare. Le foto si possono poi inviare direttamente al sito.

Storia di Wiki Loves Monuments

Wiki Loves Monuments Italia è la sezione italiana di Wiki Loves Monuments, concorso fotografico internazionale, organizzato per la prima volta nel 2010 nei Paesi Bassi, con un risultato finale di oltre 12.500 foto inviate.

Il successo olandese ha scatenato l'interesse di gruppi di volontari in altri Paesi e, nel 2011, il concorso si è esteso a livello europeo, interessando 18 Paesi e ricevendo l'appoggio, tra gli altri, della Commissione europea e del Consiglio d'Europa. I 168.208 scatti del 2011 hanno valso a WLM l'inserimento tra i Guinness dei primati quale “concorso fotografico più grande del mondo”.

La terza edizione (settembre 2012) ha visto anche la prima partecipazione dell’Italia, assente nel 2011. L’associazione Wikimedia Italia ha promosso l’iniziativa anche nella Repubblica italiana, gestendone gli aspetti legali e organizzativi e coinvolgendo altri partner a livello nazionale (fra cui soprintendenze ai Beni Culturali e altre associazioni interessate). Nel primo anno del concorso, il 2012, con una lista di 936 monumenti fotografabili sono state caricate quasi 7.700 fotografie da parte di 803 partecipanti. L’utente più prolifico ha caricato 1.886 immagini. I numeri si sono confermati in crescita nelle edizioni successive e ciò ha permesso al concorso di acquisire supporti e sponsorizzazioni prestigiose.

Per il contest del 2013 i monumenti rappresentati sono stati 2.137, con una grande rete che poteva contare su 15 patrocini, 6 partner e 222 adesioni da parte di enti, istituzioni e privati, mentre il 2014 è stata l'edizione dei record, con ben 21.000 fotografie caricate! Quella del 2015 è stata l'edizione della conferma: il numero di monumenti fotografabili ha superato quota 5.000, ed una fotografia italiana si è classificata al 2º posto nel contest internazionale! L'edizione del 2016 ha raggiunto nuovamente i livelli record del 2014, arrivando a superare quota 20.000 fotografie caricate; il quinto anno del concorso italiano ha potuto contare su una lista di oltre 6.000 monumenti fotografabili.

Obiettivi di Wiki Loves Monuments

Comune denominatore delle immagini che possono partecipare a Wiki Loves Monuments è il soggetto degli scatti: un bene culturale. Con questo termine s’intende, adottando la definizione dell’UNESCO, un insieme molto ampio di opere: edifici, sculture, siti archeologici, strutture architettoniche, siti naturali e interventi dell’uomo sulla natura che hanno grande valore dal punto di vista artistico, storico, estetico, etnografico e scientifico.

Gli obiettivi principali di Wiki Loves Monuments Italia possono essere riassunti in:

  • valorizzare l’immenso patrimonio culturale italiano sul web, promuovendo la sua ricchezza artistico-culturale presso una vasta platea internazionale;
  • invitare tutti i cittadini a documentare la propria eredità culturale, imparando a condividere le loro fotografie grazie all’uso di licenze libere, nel pieno rispetto del diritto d’autore e della legislazione italiana;
  • aumentare la consapevolezza della necessità di tutela dei monumenti, preservandone la memoria.

Gli scopi di Wiki Loves Monuments sono molteplici, e in linea con quelli di Wikipedia e in generale con la filosofia di Wikimedia. Da una parte, promuovendo la pubblicazione di fotografie su Commons, mira a diffondere i concetti della cultura libera e delle licenze copyleft presso una categoria di persone (fotografi e appassionati di fotografia) che sono per definizione produttori di arte e cultura, ma spesso tradizionalmente ancorati al copyright. Parallelamente, il concorso consente la produzione di un grande quantitativo di materiale CC-BY-SA di soggetti enciclopedici.

Non secondariamente, Wiki Loves Monuments è un modo per conoscere e far conoscere, attraverso le immagini, il patrimonio culturale italiano e, in questo modo, invitare alla consapevolezza della sua ricchezza ed alla necessità della sua conservazione. Non a caso all'iniziativa hanno aderito importanti organizzazioni che si occupano della riscoperta dei beni e della tutela del territorio, come il WWF Italia associazioni culturali e molti Comuni e Istituzioni pubbliche e private. Anche la stessa stesura di liste di monumenti, che viene effettuata nell'ottica del concorso, costituisce di fatto la creazione di un archivio unico in Italia, mettendo a disposizione dei cittadini e degli utenti di tutto il mondo informazioni su uno dei più grandi patrimoni al mondo.

Arci Liguria promuove Wiki Loves Monuments

Arci Liguria ha avviato una partnership con Wikimedia per promuovere sul territorio ligure Wiki Loves Monuments, l’edizione italiana del più grande concorso fotografico del mondo, Guinness dei primati dal 2012.

“Nei prossimi giorni, e per diverse settimane, Arci Liguria sarà impegnata a promuovere Wiki Loves Monuments” dice Giuditta Nelli, responsabile progetti Arci Liguria. “Abbiamo aderito con entusiasmo, perché si tratta di una iniziativa importante in cui ci riconosciamo pienamente. Valorizzare l’immenso patrimonio culturale del nostro territorio e, contestualmente, promuovere la libera condivisione della cultura sono da tempo obiettivi della nostra attività associativa. Questo progetto è un’ottima opportunità per continuare a farlo e, al contempo, valorizzare la nostra rete. Crediamo, infatti, che il coinvolgimento dei circoli e dei soci, possa dare un contributo significativo nella diffusione di questa splendida iniziativa. Il patrocinio di Arci Nazionale conferma la rilevanza dell’iniziativa per la nostra Associazione.”

Nelle prossime settimane Arci Liguria, in collaborazione con i Comitati territoriali di Arci Imperia, Arci Savona, Arci Genova, Arci La Spezia e ARCI Sarzana - Val di Magra, organizzerà attività ed iniziative per promuovere Wiki Loves Monuments. Rilevante anche l’impatto di Wiki Loves Monuments anche su turismo: uno studio spagnolo ha evidenziato l’importanza delle fotografie che, accompagnando e migliorando le voci di Wikipedia, portano a un aumento del flusso turistico stimato intorno al 9%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wiki Loves Monuments, edizione 2021 alle porte: come partecipare al concorso

GenovaToday è in caricamento