La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

In realtà quando venne concepita, negli anni '30, la scalinata doveva essere realizzata in tutt'altro modo

È uno dei luoghi più famosi di Genova, e in tantissimi almeno una volta si sono dati appuntamento proprio lì, davanti alle famose "Caravelle" di piazza della Vittoria, con la loro scalinata.

La storia è curiosa: il bando originale per la "Scalinata al Milite Ignoto", uscito nel 1935 e vinto dagli architetti Lorenzo Castello e Alfredo Fineschi, prevedeva in realtà una cascata d'acqua laddove ora ci sono le aiuole a forma di Caravelle. La cascata doveva sgorgare dalla "terrazza" più alta, e scendere fino a una grande vasca centrale. E, ai lati della scalinata,  siepi.

Però - come la storia insegna - le cose sono andate diversamente: venne considerato molto più economico, infatti, ripiegare su semplici aiuole che richiamassero comunque una caratteristica di Genova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

Torna su
GenovaToday è in caricamento