La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

In realtà quando venne concepita, negli anni '30, la scalinata doveva essere realizzata in tutt'altro modo

È uno dei luoghi più famosi di Genova, e in tantissimi almeno una volta si sono dati appuntamento proprio lì, davanti alle famose "Caravelle" di piazza della Vittoria, con la loro scalinata.

La storia è curiosa: il bando originale per la "Scalinata al Milite Ignoto", uscito nel 1935 e vinto dagli architetti Lorenzo Castello e Alfredo Fineschi, prevedeva in realtà una cascata d'acqua laddove ora ci sono le aiuole a forma di Caravelle. La cascata doveva sgorgare dalla "terrazza" più alta, e scendere fino a una grande vasca centrale. E, ai lati della scalinata,  siepi.

Però - come la storia insegna - le cose sono andate diversamente: venne considerato molto più economico, infatti, ripiegare su semplici aiuole che richiamassero comunque una caratteristica di Genova.

Potrebbe interessarti

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

Torna su
GenovaToday è in caricamento