menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perché i biscotti del Lagaccio si chiamano così?

Per chi abita a Genova è facile intuirlo: arrivano dall'omonimo quartiere. Ma qual è la storia di questo tipico prodotto della tradizione?

Perché i biscotti del Lagaccio si chiamano così? È una domanda facile, soprattutto per chi abita a Genova e ne conosce bene i quartieri: si tratta infatti di un dolce tipico del Lagaccio, zona della città che fa parte del Municipio Centro Est.

La ricetta tradizionale dei biscotti del Lagaccio

La storia dei biscotti del Lagaccio

La storia di queste prelibatezze è antica: nascono nel '500, in un forno collocato nei pressi del lago artificiale del Lagaccio (ora prosciugato) voluto da Andrea Doria. Come molti dei biscotti secchi o delle gallette nati a Genova, anche i biscotti del Lagaccio - incrocio tra alimento dolce e salato - erano pensati per la conservazione sulle navi, per i lunghi viaggi di pescatori e marinai.

La differenza con il Biscotto della Salute

In genere i biscotti del Lagaccio vengono confusi con i Biscotti della Salute: sono due prodotti molto simili, genovesi entrambi (prodotti anche nel Basso Piemonte). All'inizio la differenza principale era data dalla presenza di liquore o anice nei biscotti del Lagaccio. Poi il Biscotto della Salute, generalmente più leggero, è diventato sempre più simile alla tradizionale fetta biscottata, mentre il Lagaccio per certi versi è rimasto un prodotto da pasticceria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento