Mercoledì, 23 Giugno 2021
Costume e società

Da Arona a Genova: 300 km a piedi per la Casa dei Popoli

A piedi dal lago Maggiore fino al mare di Genova, attraverso le Langhe di Beppe Fenoglio nei territori della Resistenza, per dare un tetto nuovo a un luogo che vuole resistere

Foto da Facebook@Sentiero Protetto

Si chiama "Sentiero ProTetto: in cammino per restare" la speciale camminata di 300 km dal Lago Maggiore a Genova per salvare la Casa dei Popoli di Arona. 

Insomma, a piedi dal lago fino al mare di Genova, attraverso le Langhe di Beppe Fenoglio nei territori della Resistenza, per dare un tetto nuovo a un luogo che vuole resistere.

La 300 km - che è iniziata il 3 ottobre e si concluderà il 17 a Genova - serve a dare un nuovo tetto alla Casa dei Popoli di Arona che ha bisogno di un serio intervento di ristrutturazione per continuare ad essere un importante spazio di incontro, simbolicamente e concretamente casa di tutti. È sede di associazioni quali Anpi, Legambiente, Libera e soprattutto dell’Associazione Rete Nondisolopane la quale da anni gestisce al suo interno un progetto di ristorazione solidale a sostegno delle fasce di popolazione più deboli. Un luogo che ha anche ospitato corsi di disegno ed acquerello per adulti e bambini, corsi di musica, di inglese, serate di cineforum, spettacoli teatrali e residenze artistiche, per rispondere alla necessità dei cittadini di fruire di una proposta culturale varia sul territorio.

I viandanti volontari, con il generoso aiuto delle Anpi locali che stanno tessendo una rete di ospitalità e sostegno lungo tutto il cammino, in ogni luogo raggiunto raccontano la loro storia in musica e raccolgono nuovi racconti, alla ricerca di una solidarietà espressa in donazioni, piccole o grandi, individuali o associative per far rivivere un luogo così ricco di storia e altrettanto ricco di proposte per il futuro.

Chi vuole unirsi, potrà accompagnarli al paese successivo, arricchendo il cammino con le connessioni umane, così importanti e preziose in un progetto che vede ogni contatto come un mattone per la ricostruzione. E chi vuole può sostenere l'impresa (e la Casa dei Popoli) con una donazione (dettagli nel volantino allegato sotto l'articolo). 

La tappa finale sarà l’Associazione Comunità San Benedetto al Porto Don Andrea Gallo di Genova, un arrivo simbolico in un luogo che vuole incarnare il concetto di accoglienza e integrazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Arona a Genova: 300 km a piedi per la Casa dei Popoli

GenovaToday è in caricamento