rotate-mobile
Costume e società

Castagne, cinque ricette autunnali della tradizione ligure 

Ingrediente semplice, povero, dal sapore antico, proprio per queste sue caratteristiche può essere preparato in mille modi diversi. Eccone cinque

L’autunno profuma di castagna. Si sente il loro buon odore quando si cammina per strada e dietro l’angolo c’è un signore che, spesso urlando il suo invito, prepara le caldarroste. Lo si sente quando ci si gode un bel piatto di trofie di castagne al pesto o in salsa di noci oppure quando la nonna traffica in cucina per preparare il castagnaccio. Dalle preparazioni più semplici alle più saporite, le castagne restano regine indiscusse dell’autunno. Ecco cinque gustose ricette liguri, sia salate che dolci, consigliate da Lamialiguria.it per preparare le castagne. 

Minestrone di castagne, l'antica ricetta popolare della Val Polcevera

Ingredienti
400 g di castagne secche, 200 g di pasta fresca avvantaggiata, 200 g di borlotti, 1 cipolla, un mazzo di bietole, 4 carote, prezzemolo, olio, sale.

Preparazione:
Mettere a bagno per una notte i fagioli e le castagne. In una pentola alta far bollire le castagne, pulite dalle pellicine, e i fagioli. Aggiungere le carote a rondelle e parte dell'olio. Salare e coprire. Intanto preparare un soffritto con la cipolla, il prezzemolo, l'olio restante ed un poco di sale. Trascorse due ore di bollitura, aggiungere il soffritto e le bietole tagliate finemente. Ricoprire. Dopo 15 minuti, aggiungere la pasta tagliata in pezzi grossolani. Attendere la cottura della pasta e per ottenere una maggiore densità, far riposare prima di servire.

Trofie di castagne, pochi ingredienti che ricordano subito il sapore dell’entroterra ligure

Ingredienti
250 grammi di farina bianca, 150 grammi di farina di castagne, 150 grammi di fave secche (da ammollare per 60'+12 h), 8 cucchiai di pesto, un cucchiaio di Parmigiano grattugiato, due cucchiai di pecorino sardo, sale.

Preparazione
ammollate le fave secche per una notte. Impastate le due farine con poca acqua tiepida e lasciate riposare una mezz'ora circa in un luogo riparato.

Ricavate delle nocciole di pasta, arrotolatele sulla spianatoia, in modo da creare dei bastoncini di circa 4 cm, strisciateli trasversalmente imprimendo un movimento avvitato, in modo che acquistino l'aspetto di cavaturaccioli allungati.

Mettete a bollire in una pentola abbastanza capace le fave e dopo circa 30 minuti, quando saranno quasi cotte, unite le trofie e fatele lessare.

Scolate il tutto tenendo da parte due cucchiai dell'acqua di cottura che andrà messa nel piatto insieme al pesto, ad ammorbidire. Mescolate, cospargete con i formaggi e servite subito.

Arrosto con le castagne brodasche, quando la dolcezza delle castagne si sposa con la carne

Ingredienti: 
1200 g carne di vitello per arrosto, prezzemolo, una cipolla, uno spicchio d'aglio, rosmarino, un bicchiere vino bianco secco, 25 castagne brodasche secche, olio, burro, sale, pepe.

Preparazione: 
Lasciare le castagne a bagno per almeno un giorno, quindi farle bollire per 3, 4 ore e salare quanto basta.

Fare rosolare olio, aglio, prezzemolo, rosmarino, una carota, e una cipolla, quindi aggiungere l'arrosto di vitello e un bicchiere di vino bianco e cuocere per circa due ore a fuoco lento.

Tagliare l'arrosto e servirlo insieme alle castagne.

Budino di castagne, dolce tipico ligure delicato e genuino

Ingredienti
400 g di castagne, 100 g di zucchero, 3 uova, 60 ml di latte, 70 g di burro, 1 limone non trattato, pan grattato q.b.

Preparazione
Sbucciare le castagne, lessarle e dopo togliere la pellicina. Passarle allo schiacciapatate e raccogliere la purea così ottenuta in una terrina; unirvi lo zucchero, la scorza di limone, 50 g di burro, le uova e il latte. Amalgamare bene il tutto, aggiungendo del pangrattato qualora risulti troppo liquido.  Imburrare uno stampo per budini, spolverizzarlo di pangrattato e versarvi l'impasto.  Cuocere in forno a 180 °C per circa 30 minuti. Lasciate intiepidire il budino di castagne prima di servirlo.

Castagnaccio ligure, specialità della pasticceria ligure e leggendario filtro d’amore (gluten free)

Ingredienti: 
300 grammi di farina di castagne, 50 grammi di pinoli, 100 grammi di uvetta, semi di finocchio, olio e sale.

Preparazione: 
stemperate la farina in una terrina e unitevi l'acqua necessaria ad ottenere una pastella. Spargete sul composto l'uvetta, ammorbidita in acqua tiepida, i pinoli e i semi di finocchio, irrorate d'olio e cuocete a 190 gradi fino a quando non si formeranno delle crepe sulla superficie. Servite sia caldo che freddo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castagne, cinque ricette autunnali della tradizione ligure 

GenovaToday è in caricamento