rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Costume e società

I presepi più belli a Genova e dintorni: la guida dell'inverno 2022-2023

Una tradizione antica per la nostra città, nata all’inizio del XVII secolo, e che ha dato alla luce allestimenti storico-artistici d’eccellenza nazionale, tra presepi scenografici, paesaggistici, meccanici, antichi, moderni, viventi in costumi barocchi e tradizionali

Chi ama la vera tradizione natalizia non può non fare il giro dei presepi artigianali che ogni anno vengono esposti a Genova e in Liguria, realizzati da celebri antiche botteghe. La Liguria vanta un’antica tradizione per quanto riguarda i presepi, si pensi che nel Settecento esisteva una vera e propria scuola, oltre che numerose botteghe artigiane. Le antiche statuette dipinte a mano, con abiti ricamati e i più precisi dettagli, le ambientazioni di curati villaggi in miniatura e le luci che spesso permettono l’alternarsi del giorno e della notte ci riportano indietro in un tempo lontano, facendoci tornare bambini. E continuano a stupire i bambini di oggi. 

Un appuntamento consolidato giunto alla sua quindicesima edizione è quello dei presepi dei Cappuccini, che quest’anno si inserisce nel prestigioso progetto "Genova per Rubens. A network". All’interno del Museo dei Cappuccini è conservato uno dei più antichi presepi meccanici d’Italia, realizzato dall’artigiano Franco Curti in circa dodici mila ore di lavoro all’inizio del Novecento. Centocinquanta personaggi in movimento, in 40 metri quadri che ricostruiscono Betania, Gerusalemme e Betlemme, con cadute d’acqua, vedute panoramiche, cambi di luce e sottofondo musicale. Dal 25 novembre 2022 al 2 febbraio 2023, al Museo dei Cappuccini, sarà visitabile la mostra, curata da Daphne Ferrero e Luca Piccardo, che presenta la storia del presepe Genovese, da quello “aristocratico” della rinomata scuola di Anton Maria Maragliano, fino alle forme più popolari rappresentate dai “macachi” di Albisola o alle statuine in carta incollata tipiche dell’entroterra ligure.

Si può visitare poi il presepe del Santuario della Madonnetta, ambientato in una Genova settecentesca con statuine che indossano gli abiti originali dell’epoca. I suoi cento metri quadri sono divisi in cinque cornici, di cui tre rappresentano Genova, una la campagna, una la Valbisagno e una Gerusalemme.

A Torriglia c’è il famoso presepe di Pentema, raggiungibile con una strada tortuosa che porta però non soltanto ad un presepe ma ad un’atmosfera in cui immergersi. I personaggi sono a grandezza naturale, con abiti d’epoca, e disposti all’interno del paese tra vicoli e case. Un altro presepe decisamente suggestivo è a Bargagli dove, tra sentieri e costruzioni in pietra, è possibile visitare il Presepe nel Bosco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I presepi più belli a Genova e dintorni: la guida dell'inverno 2022-2023

GenovaToday è in caricamento