rotate-mobile
Costume e società

Premio Andersen 2024, ecco i vincitori: la cerimonia sarà al Ducale

Anche per questa 43esima edizione, dopo mesi di letture e recensioni, sono stati decretati illustratori, scrittori ed editori vincitori del più importante concorso letterario dedicato all'infanzia

Illustratori, scrittori ed editori del mondo della letteratura per l’infanzia sono i protagonisti del Premio Andersen, il concorso bandito ogni anno dall’omonima rivista. Anche per questa 43esima edizione, dopo mesi di letture e recensioni, sono stati decretati i vincitori, che verranno premiati durante la cerimonia in programma sabato 25 maggio, ore 9, a Palazzo Ducale, nella Sala del Minor Consiglio. 

In occasione della cerimonia, accanto ai titoli dei libri che hanno vinto le singole categorie, verranno premiati anche gli autori italiani che si sono distinti per la produzione artistica, letteraria e progettuale nell'ambito del mondo dell’infanzia (miglior scrittore, miglior illustratore, protagonisti della cultura per l’infanzia). Sarà inoltre annunciato il SuperPremio Andersen “Gualtiero Schiaffino”, per il miglior libro dell’anno. Ecco i nomi dei vincitori. 

  • Miglior libro 0/3 anni: Merlino dove vai? di Eva Rasano, Pulce;  
  • Miglior libro 3/6 anni: Agrifoglio di Matthew Cordell – trad. di Maria Pia Secciani, Clichy; 
  • Miglior libro 6/9 anni: Misha. Io, i miei tre fratelli e un coniglio di Edward Van de Vendel e Anoush Elman – ill. di Annet Schaap – trad. di Laura Pignatti, Sinnos; 
  • Miglior libro 9/12 anni: Lo strambo trasloco della magione Miller di Dave Eggers – ill. di Júlia Sardà – trad. di Giulia Rizzo, L’ippocampo; 
  • Miglior libro oltre i 12 anni: Grande, bro! di Jenny Jägerfeld – trad. di Laura Cangemi, Iperborea; 
  • Miglior libro oltre i 15 anni: Testa di ferro di Jean-Claude van Rijckeghem – trad. di Olga Amagliani, Camelozampa; 
  • Miglior libro divulgazione: La camera buisssima di Elisa Lauzana e Irene Lazzarin, Quinto Quarto;
  • Miglior libro fatto ad arte: Viaggio d’inverno di Anne Brouillard, Orecchio Acerbo; 
  • Miglior albo illustrato: La cosa nera di Kiyo Tanaka – trad. a cura della redazione, Topipittori; 
  • Miglior libro senza parole: Kintsugi di Issa Watanabe, Logos; 
  • Miglior libro a fumetti: Khat. Storia di un rifugiato di Ximo Abadía – trad. di Loredana Serratore, Il Gatto Verde; 
  • Miglior libro mai premiato: Fammi una domanda! di Antje Damm – trad. di Francesca Pamina Ros, Il Leone Verde; 
  • Premio speciale della giuria: Eravamo il suono di Matteo Corradini, Lapis; 
  • Miglior collana: Occhiaperti, Pelledoca Editore; 
  • Protagonisti della cultura per l’infanzia: Paola Pallottino; 
  • Miglior illustratrice: Isabella Labate; 
  • Miglior scrittore: Luca Tortolini.

Il Premio Andersen è il più prestigioso riconoscimento italiano attribuito ai migliori libri per ragazzi dell’annata editoriale, ai loro scrittori, illustratori ed editori. A differenza di altri premi, la selezione del Premio Andersen non avviene tramite candidatura o bando, ma è espressione del lavoro quotidiano condotto dalla redazione della rivista mensile Andersen – che dal 1982 è punto di osservazione dell’intera produzione editoriale dedicata a bambini e ragazzi – coadiuvata da una rete di professionisti della filiera del libro. 

A partire dal mattino di sabato 25 maggio, sarà inoltre possibile visitare la mostra degli elaborati del progetto Il sognalibro, esposti nel cortile antistante le Sale del Maggiore e Minor Consiglio. Si tratta di segnalibri realizzati da oltre 30.000 bambini delle scuole italiane primarie e secondarie di primo grado con un’opera sul piacere di leggere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Andersen 2024, ecco i vincitori: la cerimonia sarà al Ducale

GenovaToday è in caricamento