Costume e società

Notte di San Lorenzo 2021, dove e quando osservare le stelle cadenti (aiutati dal novilunio)

Le Perseidi - questo il vero nome delle tradizionali stelle cadenti estive - si possono già osservare, anche se il periodo di massima visibilità quest'anno è previsto tra l'11 e il 13 agosto. Un trucchetto: scrutiamo il cielo anche l'8 agosto, con il novilunio non ci sarà la luce della luna a "coprire" lo spettacolo

Si avvicina uno dei momenti più romantici dell'anno, ovvero quello delle notti estive in cui è possibile ammirare le stelle cadenti.

La "pioggia di stelle", una volta identificata solo nella notte di San Lorenzo, ovvero il 10 agosto, si verifica in realtà in un periodo più ampio e non sempre coincidente con quella data, anzi, negli anni le giornate migliori per osservare il fenomeno si sono spostate in avanti.

Stelle cadenti 2021: quando si vedono

Le Perseidi - questo il vero nome delle tradizionali stelle cadenti estive - si possono già osservare nei nostri cieli, anche se il periodo di massima visibilità quest'anno è previsto tra l'11 e il 13 agosto.

Ma è consigliabile scrutare il cielo anche prima, in particolare l'8 agosto, data del novilunio: l'assenza della luce della Luna, infatti, ci permetterà di cercare le stelle cadenti in uno scenario perfetto, senza fonti luminose a "coprire" il fenomeno delle perseidi.

Dove appostarsi a Genova per ammirare le stelle cadenti

Ma dove appostarsi a Genova e dintorni per assistere allo spettacolo indisturbati?

Il primo consiglio è quello di cercare luoghi lontani dall'"inquinamento luminoso" della città: vanno bene dunque alture e spiagge isolate, lontane da lampioni, luci delle case, e altre fonti luminose.

Il monte Fasce, Righi, il Gazzo i monti dei parchi Antola e Beigua sono solo alcuni dei luoghi consigliati.

Anche le spiagge sono un luogo suggestivo per osservare il cielo, a patto che, appunto, non vi sia inquinamento luminoso: l’orario migliore, in ogni caso, sono le ore che precedono l’alba.

Cosa sono le Perseidi

Le Perseidi sono uno sciame meteorico che la Terra attraversa generalmente nel mese di agosto. Il nome deriva dal punto da cui sembrano provenire dalla prospettiva terrestre, appena al di sopra della costellazione di Perseo: la pioggia di meteoriti si verifica ogni anno, ma il giorno non è sempre lo stesso, anche se viene tradizionalmente accomunata al 10, girono di San Lorenzo. 

Chi era San Lorenzo

San Lorenzo, vissuto nel III secolo dopo Cristo a Roma, è noto soprattutto per la sua morte: perseguitato in quanto cristiano, venne barbaramente ucciso, e le stelle cadenti sono chiamate anche “Lacrime di San Lorenzo” proprio per ricordare la sua sofferenza.

Secondo la leggenda continua, se ci si sofferma a guardare le sue “lacrime” condividendo il suo dolore, i desideri vengono esauriti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di San Lorenzo 2021, dove e quando osservare le stelle cadenti (aiutati dal novilunio)

GenovaToday è in caricamento