rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Costume e società

Ottobrata, che cos’è e perché si chiama così

Cielo azzurro e temperature fino ai 25 gradi, i primi giorni di ottobre ci hanno fatto tornare al clima estivo, ma non sappiamo ancora per quanto

Chiunque abiti o sia passato per Genova in questi giorni avrà senza dubbio notato l’innalzamento improvviso delle temperature, rispetto agli ultimi giorni di settembre, e un bel cielo azzurro. Nei giorni precedenti piogge e maltempo si erano fatti largo in tutta Italia, ma con l’arrivo dell’ottobrata delle Azzorre tutta la penisola ha potuto godere di ancora qualche settimana di bel tempo, clima stabile e temperature in rialzo. Ma che cos’è l’ottobrata?

Si tratta di un periodo tipico delle prime settimane di ottobre in cui l’alta pressione, specialmente nell’area del Mediterraneo, permette il ritorno di un clima tardo-estivo. Il nome “ottobrata” deriva dalla tradizione romana: così venivano chiamate le gite fuoriporta che i romani si concedevano nelle giornate più calde di ottobre. Corrispondeva ad un vero e proprio rito, durato fino ai primi decenni del Novecento, ed era il periodo in cui i romani per festeggiare la fine della vendemmia, il giovedì o la domenica mattina partivano per le scampagnate. Nobili e popolani si recavano in campagna per delle giornate all'insegna del divertimento, del buon cibo e del buon vino.

Quest’anno i primi 10 giorni di ottobre sono stati e saranno caratterizzati da un significativo miglioramento climatico, con temperature in forte aumento che andranno a toccare i 25 gradi in città come Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e, appunto, Genova. In Sicilia e Sardegna si raggiungono tranquillamente 31 gradi, 27 gradi anche nei fondivalle dolomitici, e al Sud i mari sono caldi, con acqua a 24-26 gradi. Questo fenomeno è dovuto all’effetto dell’anticiclone della Azzorre, che dovrebbe regalarci ancora un fine settimana semiestivo. Nei prossimi due giorni si avranno dunque ancora temperature superiori di circa 5 gradi rispetto alla media, ma al Nord saranno possibili nubi basse o nebbie al mattino, come abbiamo potuto notare a Genova quando ci siamo svegliati stamattina. 

La prossima settimana il tempo potrebbe cambiare di nuovo con piogge sparse e un calo termico; queste previsioni sono però proiezioni che richiedono conferme nei prossimi giorni, non è escluso che il bel tempo (come tutti ci auguriamo) possa continuare ancora. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottobrata, che cos’è e perché si chiama così

GenovaToday è in caricamento