Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

Queste località devono il nome alla collocazione sulla via Aurelia antica, costruita in epoca romana

Sono due deliziosi quartieri residenziali del levante genovese, caratterizzati da quella tranquillità che si trova solo nei borghi marinari: parliamo di Quarto e Quinto, famosi per il loro mare, per le spiaggette, per i locali e le barche dei pescatori appoggiate sulla sabbia, grazie alle quali non sembra proprio di essere ancora in città.

Ma perchè - tra Sturla e Nervi - ci sono due quartieri con nomi così particolari? Perché Quarto e Quinto? Rispetto a cosa?

La risposta è molto semplice: queste località devono il nome alla collocazione sulla via Aurelia antica, quella costruita in epoca romana (e che adesso rimane più a monte di quella attuale). Quarto e Quinto erano i luoghi che si trovavano rispettivamente al quarto e al quinto miglio dal centro di Genova, come dimostrano anche le scritte in latino "Ad Quartum Milium" e "Quintus lapis ab urbe Juanua". Dunque i nomi di questi due quartieri hanno un'origine davvero antica, un'indicazione geografica che è rimasta nel tempo a connotare il territorio.

Il nome ufficiale e completo dei due quartieri oggi è Quarto dei Mille (fino al 1911 era Quarto al Mare, poi venne cambiato in onore della spedizione dei Mille che partì proprio da lì) e Quinto al Mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento