menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Credits: IG@wendylammin

Credits: IG@wendylammin

Il panettiere scozzese che assaggiò il pandolce genovese e inventò il Selkirk Bannock

Si dice che persino la regina Vittoria rimase incantata da questo dolce, creato da un panettiere scozzese che volle imitare il "pandöçe"

Spesso si dice che genovesi e scozzesi siano "imparentati" nel campo degli usi e dei costumi, soprattutto quelli legati al denaro.

Ma anche un altro legame - decisamente più insolito - unisce Edimburgo e Genova: il pandolce della tradizione natalizia.

Chi è andato in Scozia almeno una volta, infatti, avrà visto o sentito parlare del Selkirk Bannock, un prodotto molto simile al pandolce genovese che - per la verità - oggi viene venduto in tanti supermercati e pasticcerie in tutta la Gran Bretagna.

La somiglianza con il "pandöçe" non è solo una coincidenza: nel 1859 a Selkirk, cittadina della Scozia sud-orientale, il panettiere Robbie Douglas si cimentò nella creazione di un pandolce genovese - dopo aver assaggiato l'originale - con qualche variante.

Questo particolare tipo di dolce, realizzato con un impasto che rimane più spugnoso e burroso di quello genovese, a base di farina di grano e contenente una grande quantità di uva passa, è stato chiamato Selkirk Bannock in onore della cittadina in cui è nato.

Si dice che persino la regina Vittoria rimase incantata da questo dolce, tanto che, quando visitò Sir Walter Scott, avrebbe preso il suo tè con una fetta di Selkirk Bannock.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento