menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato Orientale, dal 1899 un luogo unico dove fare la spesa

Il Mercato Orientale è una tappa obbligata per chi desidera portarsi a casa delle chicche e vuole vivere una vera e propria esperienza sensoriale

Chiamato “Orientale” perché si trovava vicino alla porta orientale della città di Genova, è stato inaugurato nel lontano 1899 e andava ad occupare uno spazio che secondo il progetto iniziale del 1699 era destinato al chiostro del convento di Nostra Signora della Consolazione.

Appena entrati nel Mercato Orientale ci si trova avvolti da una miriadi di profumi e la vista si rallegra dalle tante merci ben esposte sui banchi: composizioni di frutta e verdura messe in mostra come quadri d'autore, piante e fiori profumati, il rosso intenso della carne, l'azzurro del pesce pescato in giornata, e poi formaggi, il pane e la focaccia, pasta fresca, spezie. Un insieme di odori e sapori che rapisce il palato e fa venire l'acquolina in bocca. Qui si possono trovare i tipici prodotti liguri: il basilico Dop genovese ingrediente base del pesto, candidato a diventare patrimonio immateriale dell'Umanità Unesco, l'olio tipico della riviera ligure, le acciughe sotto sale del mar ligure.

Il Mercato Orientale è una tappa obbligata per chi desidera portarsi a casa delle chicche e vuole vivere una vera e propria esperienza sensoriale.

L'atmosfera è davvero particolare: è bello prendersi un po' di tempo per gironzolare tra i banchi e respirare la Genova più autentica; fermarsi a guardare i volti sinceri dei venditori, sperimentare il carattere un po' selvatico ma schietto dei genovesi, ascoltare le loro storie e i loro aneddoti.

Il Mercato Orientale è aperto da lunedì a mercoledì con orario 7.30-13 e 15.30-19.30, da giovedì a sabato orario continuato 7.30-19.30.

Cenni storici sul Mercato Orientale si trovano sul sito mercatoorientale.org. La storia del Mercato Orientale è strettamente legata alla nascita della chiesa di Nostra Signora della Consolazione, la cui costruzione ebbe inizio nel 1684 e a quella dell'annesso convento la cui costruzione ebbe inizio pochi anni dopo, nel 1699.

Il convento fu un progetto grandioso che però non venne mai portato a termine, le strutture del convento, incompiute, accolsero non soltanto frati ma anche piccole botteghe. Si venne così a creare una situazione in cui uno spazio pensato in origine per un uso sacro veniva ad aprirsi anche ad attività profane. Due secoli dopo sarà proprio il chiostro a ospitare la costruzione voluta dal Comune come sede permanente di un mercato.

Alla fine dellOttocento la città va incontro ad un periodo di grande espansione, antiche strutture sono abbattute per far posto a nuove aree e viene costruita quella che diventerà la strada principale della città, via XX Settembre.

Il traffico veicolare diventa rapidamente intenso. Nascono i primi ingorghi. Il mercato di piazza che si svolge nella vicina piazza de Ferrari diventa intralcio alla circolazione. La città si rende rapidamente conto che il mercato ha bisogno di una nuova collocazione.

Con delibera del 21/10/1893, il comune incarica l'ingegnere Veroggio di progettare la costruzione di un nuovo mercato, riadattando l'antico chiostro del Convento della Consolazione situato nelle vicinanze della porta orientale della città. Da questa posizione il mercato trae infatti il proprio nome. I lavori vengono ultimati nel luglio del 1898 e il mercato viene inaugurato la prima domenica di maggio del 1899 con una grande esposizione floreale.

L'originalità della collocazione architettonica nel chiostro, l'ampiezza, la ricchezza e la specializzazione delle merci trattate, "l'infiorata" apertura su via XX Settembre, nonché la posizione situata strategicamente al crocevia d'importanti arterie commerciali, rendono l'Orientale un mercato assolutamente unico, il più importante e frequentato della città, sia dai genovesi che da turisti italiani ed esteri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento