Sabato, 12 Giugno 2021
Costume e società

Bicentenario della morte di Napoleone: 5 luoghi legati al celebre generale in Liguria

Molti luoghi in Liguria hanno visto la presenza di Napoleone: ecco cinque aneddoti

Il 5 maggio 2021 è il bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, politico e generale corso nonché fondatore del primo Impero francese e protagonista della prima fase della storia contemporanea europea. Il 5 maggio 1821, infatti, Bonaparte si spense usll'isola di Sant'Elena, dove era in esilio.

Le sue vicende si studiano sui libri di scuola e hanno toccato tutta l'Europa, compresa ovviamente l'Italia e la Liguria. Le armate francesi in guerra con il Piemonte dal 1792, infatti, cercarono di piegare il Regno di Sardegna occupando le Alpi Marititme e Oneglia, per poi raggiungere la Pianura Padana. E dunque, in occasione di questa ricorrenza, il portale istituzionale #lamialiguria esplora 5 luoghi da visitare per ricordare la sua figura.

Andiamo a vedere quali sono.

1. Taggia, dove Napoleone lasciò le sue posate

Proseguendo verso Oneglia, Napoleone doveva passare per Taggia. Ma un temporale aveva ingrossato il torrente Argentina e i cannoni erano troppo grandi per transitare sull’antico ponte romanico. Il generale fu dunque costretto a trascorrere una notte nell'antico borgo, il 27 aprile 1794. Il giorno dopo l'esercito ripartì, ma si dice che Napoleone abbia dimenticato a Taggia una busta con le sue posate personali.

2. Loano, la battaglia e l'arco di trionfo

Nel novembre 1795 si ricorda la battaglia di Loano, scontro tra le armate francesi, quelle imperiali austriache e quelle reali sarde. Proprio per l'importanza di questa vittoria Loano è il primo nome riportato nientemeno che sull'arco di trionfo di Parigi.

3. Altare, il quartier generale

Nell'aprile 1796 Napoleone trasferì il suo quartier generale ad Altare, a ridosso del Colle di Cadibona, per seguire le battaglie dall'alto, con il suo cannocchiale.

4. La battaglia di Cosseria 

Napoleone intuì l'importanza strategica della Val Bormida - a cavallo tra Liguria e Piemonte - per sbaragliare le linee nemiche. Qui dunque si concentrarono alcune battaglie decisive tra cui quella di Cosseria. Dopo un paio di giorni, i nemici di Napoleone furono costretti ad arrendersi.

5. Sarzana, il vero luogo di origine dei Bonaparte

Corso sì, ma prima ligure: tantissimi membri della famiglia dei Buonaparte furono tra i massimi esponenti della città di Sarzana, prima di emigrare ad Ajaccio in Corsica, all'epoca possedimento della Repubblica di Genova. Lì, il nome cambiò in Bonaparte di più semplice pronuncia francese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bicentenario della morte di Napoleone: 5 luoghi legati al celebre generale in Liguria

GenovaToday è in caricamento