rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Costume e società

Delitti e misteri: la fanciulla scomparsa di Casella

La ragazza negli anni '50 si buttò dal trenino di Casella per scampare a un matrimonio combinato: nessuno però trovò mai il cadavere

Tra i misteri che hanno scosso la nostra provincia, c'è quello della fanciulla scomparsa di Casella negli anni '50.

Come scrive Simonetta Valenziano ne "I misteri della Liguria" (De Ferrari, 2002), il fatto è ambientato sul trenino di Casella che dagli anni '20 collega Genova al suo entroterra, tra scorci magnifici e borghi di altri tempi. Prima di arrivare alla stazione di Casella, a Crocetta d'Orero, nel 1950 una fanciulla si buttò dal treno, urlando che voleva morire per non sposare il fidanzato che la famiglia le aveva imposto.

A nulla valsero le suppliche degli altri passeggeri: la ragazza non volle sentire ragioni e, decisa a porre fine alla sua vita per scampare al matrimonio combinato, si buttò di sotto.

Ma cosa successe esattamente, dopo? A quanto pare nessuno lo sa: il corpo della giovane non venne mai trovato nonostante le estenuanti ricerche, la famiglia fece anche pubblicare la sua foto sulla "Domenica del Corriere", ma nessuno la ritrovò più.

Dopo qualche anno qualcuno disse di averla riconosciuta a Milano: qui la ragazza si sarebbe innamorata, sposata, messo su famiglia e trovata un lavoro, ovviamente rimanendo nascosta dalla famiglia di origine. Ma i suoi parenti la diedero per morta, e fecero seppellire una bara vuota ai piedi di una tomba con il suo nome.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitti e misteri: la fanciulla scomparsa di Casella

GenovaToday è in caricamento