Martedì, 19 Ottobre 2021
Costume e società

Ivano Fossati, 70 anni di musica e poesia

"Ivano è un genio", commenta lo scrittore Andrea Scanzi. Il suo primo album da solista risale al 1973

Oggi, martedì 21 settembre 2021, compie 70 anni uno dei più più grandi artisti italiani: Ivano Fossati. Nato a Genova nel 1951, l'ultimo album risale al 2019, quando, dopo otto anni su invito di Mina torna a incidere un disco. Dieci anni fa ha dato l'addio alle scene.

All'età di 8 anni prende le prime lezioni di pianoforte e nel 1970 viene ingaggiato dal complesso I Sagittari, che l'anno dopo diventano Delirium. Nel 1972 esce il singolo Jesahel, che viene portato anche al festival di Sanremo. Nel 1973 incide e pubblica il suo primo album da solista 'Il grande mare che avremmo traversato', primo di 20 album dal 1973 al 2011, i più celebri dei quali sono "La mia banda suona il rock" del 1979 e "Lindbergh - Lettere da sopra la pioggia" - 1992.

"Ivano è un genio - è il pensiero dello scrittore Andrea Scanzi -. Ha scritto cose pazzesche, ininterrottamente, dall'inizio alla fine. Musicista dotatissimo, e questo non sempre capita nella pur gloriosa storia dei cantautori italiani. Infatti Ivano si è sempre sentito più musicista che cantautore, non amando mai granché essere etichettato come appartenente alla 'canzone d'autore'".

"La fortuna di avere 70 anni, se te li sai un po' gestire, è che puoi dire di no ancora più di prima quando vuoi e come vuoi e al tempo stesso dire di sì anche alle cose più spiazzanti - ha detto Fossati in un'intervista a Rolling Stone -: se ti va di fare una cosa spiazzante devi dire semplicemente sì e la fai. È fantastico, è una libertà che avevo già prima, ma che ora si è amplificata e moltiplicata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ivano Fossati, 70 anni di musica e poesia

GenovaToday è in caricamento