La "strana" invasione di libellule a Genova: sono pericolose?

Moltissimi avvistamenti nella nostra regione anche l'anno scorso, e sempre nel 2019 a Torino si sono contati sciami di decine di migliaia di libellule

È probabilmente capitato a molti, in queste giornate di inizio autunno, di osservare nei cieli di Genova una grande quantità inaspettata di libellule.

Come mai? Possono fare male a noi o ai nostri giardini? Come scacciarle, se diventano fastidiose? Sono l'ennesima "piaga" biblica di quest'anno sfortunato, al pari delle cavallette?

In realtà non c'è molto di cui stupirsi: le "invasioni" di libellule si verificano da tempo sempre nel periodo tra fine estate e inizio autunno. Moltissimi avvistamenti nella nostra regione anche l'anno scorso, e sempre nel 2019 a Torino si sono contati sciami di decine di migliaia di libellule, verso fine agosto, con tantissime segnalazioni anche un po' preoccupate. Insomma era diventato un vero caso mediatico.

Ma chi è in ansia si rassereni: queste invasioni sono del tutto pacifiche, le libellule non fanno male nè all'uomo nè agli animali domestici, non pungono, e anzi sono considerate un buon segno per l'ambiente, perché sono predatori di insetti potenzialmente pericolosi e rischiosi per la salute. Dunque le libellule sono nostre alleate, e il loro arrivo indica anche che il livello di inquinamento è abbastanza ridotto.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

  • Bassetti: «Gli studi seri dimostrano che il plasma iperimmune è come non usare nulla»

  • Vaccino covid: come facciamo a sapere quando sarà il nostro turno e come saremo contattati

Torna su
GenovaToday è in caricamento