rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Costume e società

Nasce Casa Luzzati a Palazzo Ducale a 100 anni dalla nascita dell'artista

Frutto di un lavoro decennale e dall’esperienza didattica acquisita al Museo Luzzati nasce a “Casa Luzzati” il “Cantiere delle Arti”

Ha preso avvio il 3 giugno, in occasione del centenario della nascita di Emanuele Luzzati, “Casa Luzzati”, spazio dedicato al Maestro presso Palazzo Ducale in collaborazione con la città di Genova e la “Lele Luzzati Foundation”.

“Casa Luzzati” che collabora con molte realtà nazionali e internazionali, costituirà il riferimento fondamentale per la valorizzazione del patrimonio di un protagonista della cultura del ‘900 e delle sue collezioni con un calendario di esposizioni temporanee, pubblicazioni, incontri, proiezioni e convegni sulla figura e sul lavoro del grande Maestro. Ospiterà le sue opere, l’archivio generale, la biblioteca e uno spazio completamente dedicato alle attività didattiche.

“Casa Luzzati” inaugura con la mostra “Sipari Incantati. Atto I”, il percorso interdisciplinare di costumi, bozzetti e istallazioni di Emanuele Luzzati in collaborazione con la Fondazione Cerratelli, realizzata dal Comune di Genova e la Lele Luzzati Foundation e con il patrocinio e sostegno della Ca- mera di Commercio di Genova e il patrocinio istituzionale di Regione Liguria, Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, Università di Pisa e Unige-DAD. Il percorso delle opere si snoda attraverso l’istallazione dei manufatti o costumi teatrali della Fondazione Cerratelli, attinenti a spettacoli storici di numerosi teatri. In affiancamento la visione di bozzetti preparatori, disegni di figurini, maquettes teatrali. Secondo i diversi titoli degli spettacoli è possibile comprendere la poliedricità di Luzzati nel tempo, nelle creazioni per la pellicola filmica, il palcoscenico, la pagina scritta. Obbiettivo dell’esposizione non vuole essere un esaustivo percorso sulla sua opera ma una sollecitazione e riflessio- ne sui processi inventivi e immaginifici di Luzzati. Da il Candide di Voltaire declinato dalle oltre 30 lastre incise per il saggio di diploma l’Ecole des Beaux Arts di Losanna, allo spettacolo per le musiche di Leonard Bernstein del teatro di Saint Louis. Scopriremo le illustrazioni originali per il libro omonimo per l’editore Nuages di Milano, il teatrino per la Fondazione Valton di Ischia, il Flauto Magico di Mozart approcciato come prima esperienza di teatro lirico a Glyndebourne alle illustrazioni per l’editore di Oxford, al parco giochi di Santa Margherita e ancora al mezzaro per Giglio Bagnara Editore.

Presenti numerose edizioni preziose nelle tecniche della serigrafia e della calcografia. Sorprendenti sono i costumi per la Cenerentola di Rossini per il Teatro Lirico di Genova del ’78, unitamente a quattro splendide tavole a tecnica mista e collage per il libro del grande editore Mario Vijak di Quadragono Libri ispiratrici allo storico spettacolo per la regia di Pippo Crivelli “Le dodici Cenerentole in cerca d’autore”, scritto da Rita Cirio. Una sala sarà dedicata interamente alla proiezione dei film d’a- nimazione, di spettacoli e di interviste. Correda il percorso la “Stanza Luzzati” che ripropone lo spa- zio dove Luzzati disegnava e raccoglieva i suoi disegni e le sue opere.

Nello sviluppo dei programmi prossimi e futuri “Casa Luzzati” e la Lele Luzzati Foundation si con- centreranno sulla produzione del maestro, con attenzione alla sua generosa opera rivolta al teatro, all’illustrazione, al cinema d’animazione e alla scenografia e arredo urbano.

“Casa Luzzati” sarà uno spazio dedicato all’archivio generale delle opere per schedare l’intera ope- ra del Maestro e consentire e promuovere borse di studio, ricerche nel campo delle scienze lettera- rie, teatrali e delle discipline di arte applicata. L’archivio potrà promuovere cicli di seminari, conve- gni, pubblicazioni.

Prenderà vita all’interno degli spazi dedicati l’Archivio Luzzati, voluto degli eredi del maestro, con la messa a disposizione del vasto repertorio di opere, documenti e dei volumi della sua biblioteca pri - vata. La Lele Luzzati Foundation possiede come titolo e ruolo la Procura Speciale in Italia e all’Estero per i diritti e la tutela del nome. La Lele Luzzati Foundation diverrà così punto di riferimento per proprietari di collezioni di opere, non solo di Luzzati, che desiderano conferirle alla stessa.

Frutto di un lavoro decennale e dall’esperienza didattica acquisita al Museo Luzzati nasce a “Casa Luzzati” il “Cantiere delle Arti”, il cui obiettivo è quello di realizzare una vera e propria scuola di arti applicate, come da desiderio di Luzzati stesso. La proposta metodologica adotta come fondamento le tecniche sperimentate dal Maestro nel corso della sua carriera e propone attività di conoscenza e utilizzo di materie, tecniche e di materiali. Sarà rivolto a bambini e ragazzi ma anche ad insegnanti, adulti, associazioni e famiglie con particolare attenzione ai portatori di disabilità sulla base delle attività didattiche, delle esperienze e sperimentazioni e workshop già sviluppati, in accordo o condivisione con altre realtà formative.

Sarà inoltre la sede della biblioteca della collezione Luzzati che è composta da circa 10000 volumi, e che saranno fruibili al pubblico, favorendo l’ordinamento e la schedatura dei titoli secondo pro- grammi riconosciuti dal sistema bibliotecario nazionale.

Info apertura: giovedì e venerdì dalle 15.00 alle 19.00 sabato e domenica dalle 10.00 alle 19.00 ingresso libero

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce Casa Luzzati a Palazzo Ducale a 100 anni dalla nascita dell'artista

GenovaToday è in caricamento