Costume e società

Quando l'imperatrice Sissi venne a Genova e volle salire a piedi sul monte Gazzo

Arrivò a Genova sotto mentite spoglie: voleva girare la città in libertà, ma venne presto scoperta dalla stampa

Ripercorrendo la storia della nostra città non si può non citare l'episodio in cui Elisabetta di Baviera, meglio conosciuta come Sissi, imperatrice d'Austria, venne a Genova.

Sissi era cresciuta relativamente libera da vincoli sociali e di comportamento normalmente imposti alla nobiltà mitteleuropea del XIX secolo, ed era generalmente insofferente alla disciplina di corte a Vienna: anche per questo era molto apprezzata dai cittadini. In più, a renderla popolare, erano anche le tante storie che circolavano sulla sua "favola" d'amore con Francesco Giuseppe I d'Austria, che inizialmente avrebbe dovuto fidanzarsi con la sorella di lei. Ma che poi iniziò a tradire Sissi, rendendola una "regina triste". Le leggende si intrecciano con la storia, e a contribuire a rendere questo personaggio ancor più romantico e fiabesco ci pensarono, molti decenni dopo, i film con Romy Schneider.

Come ricorda il trekking promoter Enrico Bottino, organizzatore dell'escursione sul monte Gazzo sulle tracce di Sissi, era un giorno di marzo del 1893. Una affascinante donna di 56 anni giunse da Milano alla stazione di Principe, viaggiando in incognito con lo pseudonimo di Lady Parker. Arrivò in treno, e si diresse al porto, dov'era ormeggiato il suo yacht. La sua bellezza non passò però inosservata e i quotidiani dell’epoca iniziarono a raccontare il soggiorno breve ma intenso della principessa Sissi, che conobbe la città lungo le strade della Genova di quel tempo. Instancabile camminatrice, l’imperatrice Elisabetta d’Austria volle concludere la sua visita ammirando la Superba dall’alto: vestita con un elegante abito nero e in mano un ombrellino color cenere, chiese al cocchiere di fermare la carrozza presso San Giovanni Battista, per salire a piedi verso il Santuario di Nostra Signora del Gazzo. L’iscrizione sulla facciata del vecchio hospitale dei pellegrini ricorda quel giorno.

La piccola chiesa dei Santi Rocco e Isidoro, poi, sorprese per il suo panorama l’instancabile e formidabile camminatrice Elisabetta d’Austria.

Purtroppo Sissi non si trattenne a lungo a Genova poiché la notizia del suo arrivo - benché strettamente riservata - fece presto il giro della città grazie alla stampa, e dunque l'imperatrice salpò presto sul suo yacht verso Napoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando l'imperatrice Sissi venne a Genova e volle salire a piedi sul monte Gazzo

GenovaToday è in caricamento