menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il cimitero di Staglieno? Per Hemingway era «una delle meraviglie del mondo»

Il celebre scrittore si recò più volte a Genova, tanto che ogni anno proprio in Liguria vengono organizzati gli Hemingway Days

È un cimitero, certo, ma non solo: quello di Staglieno - tutti i genovesi lo sanno - è un vero e proprio museo a cielo aperto.

Si tratta infatti di uno dei cimiteri monumentali più importanti d'Europa, e vi sono sepolti figli illustri della Superba e personaggi che hanno fatto la storia, tra cui Giuseppe Mazzini, Gilberto Govi, Fabrizio De Andrè, Fernanda Pivano, Edoardo Sanguineti, Nino Bixio e molti altri.

Le numerose statue funerarie e cappelle – opere prevalentemente di scultori genovesi – sia pure costruite in stili differenti, restituiscono all'insieme del complesso un importante valore sotto l'aspetto dell'architettura e scultura funebre.

E dunque, durante il corso della sua storia, il cimitero non è stato solo luogo di sepoltura, ma anche meta delle visite di artisti e letterati giunti da ogni dove. Tra questi, il celebre scrittore Ernest Hemingway che definì Staglieno «una delle meraviglie del mondo».

Hemingway d'altronde conosceva bene Genova, e visitò la città e la Liguria in più occasioni dal 1922 al 1954. La Superba e i dintorni lo ricordano ancora con gli Hemingway Days, kermesse che ogni anno include incontri e spettacoli di vario genere sulla letteratura americana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento