rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Costume e società

Dove bere buoni cocktail a Genova: 6 locali nel centro storico

Locali affascinanti nascosti tra i caruggi e drink diversi dal solito, la movida genovese nasconde posti interessanti dove poter bere bene e sperimentare gusti sempre nuovi

Il gusto di un cocktail fatto bene sa distinguersi: la cura che un bartender appassionato dedica alla preparazione di un drink ne determina la qualità, spesso basta quell’ingrediente in più, quel metodo particolare per mantenere il bicchiere freddo, quel particolare tipo di cannuccia, per creare la combinazione perfetta. Ecco qualche locale in centro storico a Genova che dedica un’attenzione particolare alla preparazione dei drink, dove poter assaggiare qualcosa diverso dal solito.

Si trova in salita Pollaiuoli, con un dehors in piazzetta, alle porte del cuore della movida genovese. La Cialtroneria, nata a maggio nel 2021 da “un gruppo di giovani cialtroni con la passione per i cocktail, il mondo Tiki e la buona cucina”, ha una lista infinita di cocktail insoliti, come: Madagascar (rum, Grog, Baron samedi, cannella, datteri, cordiale alla cola, pompelmo rosa), Is Arenas (vodka, Falernum, pompelmo rosa, mela, miele al ginepro sardo), Alicante (whisky, crema di pesca, sciroppo di vino rosso, cordiale al lime).

Easy Peasy Cocktail Bar è in vico superiore del Ferro, caruggio sotto Fontane Marose e perpendicolare a via Luccoli e si definisce “Unconventional Cocktail Bar”. Il suo menù cambia a seconda delle stagioni, proponendo abbinamenti insoliti come: liquore fichi e ciliegie all’aceto balsamico, bourbon, Raicilla e bitter al cioccolato (Lucky Luciano) oppure Mezcal, Ancho Reyes, Vermouth Rosso, Bitter Fusetti, Bitter alla mandorla tostata e caffè (N.E.M.).

Direttamente dall’Est Europa si possono sperimentare le proposte del ristorante e pub Kowalski, in via dei Giustiniani. Tra queste, il Nuovo Spritz Kowalskiego, con Becherovka Lemond, Balsam al cherry o al ribes nero, prosecco, soda; l’Ararat, con melograno armeno, vodka Soplica alla prugna, cinque gocce di Orange Bitter e tre spruzzate di essenza di pepe nero o il Trockij, con vodka, lime, menta, zucchero di canna bianco, angostura e birra chiara.

Per una serata chic, nella cornice del cinquecentesco Palazzo Imperiale in piazza Campetto, si possono gustare sotto i soffitti affrescati i cocktail proposti da Les Rouges. Si va dai drinks “local”, come il Sottoripa Margarita (Tequila Espolon, agave, miele e lime), il Super Kaffir (gin Beefeater infuso con foglie di lime Kaffir, tonica al chinotto di Lurisia) e lo Spritz genovese (Basilichito, limone, vino frizzante e Corochinato); ai cocktail stagionali come il Violet… Ke Fizz (crema di violetta, Skyy vodka, kefir homemade e limone) o il Very Old Fashioned (rum Zacapa, Frangelico, Bitter al cioccolato)

Sotto i portici di via XII Ottobre c’è Lunico, il cui impegno quotidiano consiste nel ricercare sapori e abbinamenti unici, con una buona dose di sperimentazione e creatività. Il suo menù differenzia i cocktail in due liste: "Gli Storici" e "I Ruffiani". Nella prima, si legge ad esempio il Tuxedo (gin Thomas Dakin, Vermouth Carpano, Maraschino, gocce di Assenzio e Bitter Orange) e il Rosarita (Tequila 100% Agave, Aperol, agave, succo di lime, succo di pompelmo), nella seconda il Fizz, il Sour, il Moscow Mule, il Mojito e la Caipiroska, tutti personalizzabili con l’aggiunta di violetta, mango, lichee, passion fruit, mela verde o rosa

La prima regola del Malkovich è non parlare mai del Malkovich. È un bar segreto, per cui non vi sveleremo nulla né del luogo né della password che vi servirà per entrare, ma accenniamo soltanto alle caratteristiche dei cocktail presenti nel loro menù: sono tutti a tema cinematografico, ripresentano nel design la fisionomia o i colori del personaggio o del film a cui fanno riferimento. Spetterà a voi scoprire gli altri dettagli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dove bere buoni cocktail a Genova: 6 locali nel centro storico

GenovaToday è in caricamento