rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Costume e società

Dialetto curioso: cosa vuol dire "xattâ" e da dove arriva la parola?

La storia di questo verbo passa attraverso la prostituzione e i protettori

Cosa vuol dire "xattâ" in genovese? È un verbo che molti di noi conoscono, e che significa "rubare", ma forse non tutti sanno da dove deriva.

Questo particolare verbo che inizia con la x che si legge come la 'j' francese, deriva dal sostantivo xatta che significa scodella. Ma che legame c'è con il significato del verbo?

La parola deriva a sua volta dal francese "jatte", e andando più indietro nel tempo dal latino "gabata", con lo stesso significato. In genovese, poi, "xatta" è diventato anche un modo per indicare un ruffiano e un protettore di prostitute, evoluzione furbesca - come scrive Fiorenzo Toso nel suo "Piccolo dizionario etimologico ligure" (Zona) - a partire dal significato di "colui che mangia a sbafo nella scodella (delle donne)". Un po' la stessa origine del termine "pappone", insomma. E da "mangiare a sbafo" a "rubare" il passo per questa parola genovese è stato poi breve.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dialetto curioso: cosa vuol dire "xattâ" e da dove arriva la parola?

GenovaToday è in caricamento