Dialetto curioso: cosa vuol dire "Maìn che néutte"?

Secondo alcune ipotesi potrebbe essere un'invocazione diretta alla Vergine Maria

C'è un modo di dire genovese forse non molto conosciuto, ma molto antico: "Maìn che néutte!".

È un'esclamazione utilizzata soprattutto dai nostri nonni, e si usa per commentare un momento di negatività e confusione.

Letteralmente significa "Marietta che notte!", ma secondo alcune ipotesi potrebbe essere un'invocazione diretta alla Vergine Maria, per rafforzare l'esclamazione.

Dunque, come dicevamo, questa espressione si usa per indicare un periodo di enorme confusione, e non troppo positivo: un po' come dire che è una notte senza stelle, una notte in cui è impossibile vedere dove si andrà a finire. Insomma, un po' come brancolare nel buio. C'è anche un altro modo di dire genovese che ha un significato simile: "pêzo ch'anda de néutte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento