rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Costume e società

Dialetto curioso: cosa vuol dire fare "l'arçidiao"?

E da dove arriva l'espressione italiana "fare il diavolo a quattro"?

Come si dice in italiano quando una persona non sta ferma un attimo, dà in escandescenze, si agita? È facile: sta facendo "il diavolo a quattro".

Secondo alcune fonti, questo modo di dire arriva dal Medioevo, in cui, nelle rappresentazioni teatrali, il diavolo compativa quasi sempre e, da buon ingannatore, cambiava continuamente sembianze. Un ruolo impegnativo, per cui a volte occorrevano anche fino a quattro attori per impersonarlo durante le varie trasformazioni, creando a volte non poca confusione dietro le quinte.

Anche in genovese c'è un'espressione simile: fare "l'arçidiao", ovvero l'arcidiavolo. Il significato è equivalente: fare l'arcidiavolo (che sarebbe il "capo dei diavoli", il contrario dell'arcangelo) vuol dire fare il diavolo a quattro, scatenarsi, non stare mai fermi e fare baccano. Insomma, laddove regna il caos c'è sempre un diavolo di mezzo.

Ma questa espressione significa anche sforzarsi molto per ottenere un determinato risultato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dialetto curioso: cosa vuol dire fare "l'arçidiao"?

GenovaToday è in caricamento