Martedì, 21 Settembre 2021
Costume e società

Dialetto curioso: cos'è il "loasso" (e perché non è un complimento)?

Questo pesce pregiato compare anche nel menu di un pranzo offerto dalla Repubblica a illustri ospiti stranieri nel 1792

State attenti, perché se a Genova qualcuno vi dice che siete dei "loassi" non vi sta certo facendo un complimento.

Ma cosa significa questa parola? Il genovese il "loasso" non è nient'altro che il branzino, dunque una tipologia di pesce molto ben conosciuta. L'espressione dialettale è molto antica, e si ritrova anche in testi del '600 scritta come "lovaçço". Non solo: questo pesce pregiato - nella sua traduzione genovese - compare anche nel menu di un pranzo offerto dalla Repubblica a illustri ospiti stranieri nel 1792, come scrive Fiorenzo Toso nel suo "Piccolo dizionario etimologico ligure" (Zona).

Non è però una bella parola se attribuita a una persona: dare del "loasso" a qualcuno significa dirgli che non ha esattamente un'espressione sveglia (quel che si dice "faccia da pesce lesso"), e che tende ad abboccare all'amo facilmente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dialetto curioso: cos'è il "loasso" (e perché non è un complimento)?

GenovaToday è in caricamento