Dialetto curioso: cosa vuol dire "daghe drénto comme inte sùcche"?

Letteralmente significa "darci dentro come delle zucche"

C'è un vecchio modo di dire in genovese che indica impegno e velocità ma... senza troppa precisione.

L'espressione in questione è "daghe drénto comme inte sùcche", letteralmente darci dentro come delle zucche. E si sa che la zucca, specie quella vuota, nella tradizione popolare non è mai una gran bella figura a cui essere paragonati.

E dunque, secondo i "Modi di dire genovesi" di Franco Bampi, questo modo di dire significa eseguire una cosa alla svelta ma senza precisione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Toscana, riferita all'ambito culinario, un'espressione simile indica il fatto di "mettersi sotto" a mangiare una cosa con voglia, finendola in quattro e quattr'otto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Le bucano le gomme perché lesbica, lo sfogo dell'infermiera Camilla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento