Costume e società Molo / Via del Molo

Curiosità: via del Molo e la cisterna che era utilizzata per rifornire lavatoi, fontane e velieri

Alla base dell'edicola, la scritta "Moles Esto et Molias", sii barriera e calma le tempeste

A due passi dal Porto Antico, nel cuore di Genova, si trova via del Molo, stretta stradina che porta dal centro storico verso il mare. Qui, più o meno all'inizio, i turisti e i residenti possono ammirare un'antica edicola votiva sulla facciata di quella che viene chiamata "Fontana dei cannoni".

L'edicola risale al 1634 ed è dedicata a San Giovnni Battista, ed è interessante notare che proprio qui terminava il ramo detto di "Castelletto" del tratto più antico dell'Acquedotto Storico di Genova.

In questa fontana, che era più una cisterna, come spiega Mauro Ricchetti in "Le Madunnette dei Caruggi" (Erga) erano infatti raccolte le acque provenienti dalla Val Bisagno per rifornire lavatoi, fontane e velieri.

Alla base dell'edicola, la scritta "Moles Esto et Molias", sii barriera e calma le tempeste.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curiosità: via del Molo e la cisterna che era utilizzata per rifornire lavatoi, fontane e velieri

GenovaToday è in caricamento