Quarantena, i consigli della parrucchiera: «Attenzione alle tinte fai da te»

Non tutti i rimedi casalinghi funzionano. La lettera di una hairstylist alle sue clienti

Sono tra le attività in lockdown quelle che mancano forse di più a una consistente fetta di genovesi: i parrucchieri. Anche per passare il tempo, le persone in quarantena si affidano sempre più a rimedi fai da te: tinte commerciali, magari fatte - è il caso di dire - sulla propria testa, per la prima volta.

I risultati possono far venire voglia di scappare dal proprio hairstylisti di fiducia, peccato che il professionista, in questo periodo di epidemia da covid-19, debba tenere le forbici nel cassetto.

Ma a tutto, o quasi, c'è un rimedio: i parrucchieri mandano raccomandazioni attraverso i social, come Gianna Pagana, titolare del salone Iva&Gianna in via Simone Schiaffino (traversa corso Europa). 

Il consiglio migliore? Aspettare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lettera della parrucchiera alle sue clienti

«Buongiorno mie carissssime clienti! È giunta l'ora che io e voi si parli un po'. Mi giungono messaggi di aiuto per la ricrescita del colore; facciamo il punto: non tutte avete un colore base, cioè un biondo, un castano oppure un nero, tante di voi hanno colori studiati, creati, pensati...ricordate?! Mesi e mesi per arrivare ad una giusta colorazione, togli questo, metti quello, proviamo a inserire una punta di quell'altro e via così..Vi prego non vanifichiamo tutto il lavoro fatto, capisco che stare a casa non potendo uscire è già una cosa tremenda, figuriamoci passare davanti allo specchio e vedersi con quel mezzo metro di ricrescita ma credetemi meglio una ricrescita che una macchia scura, perché è questo che potrebbe succedere: le colorazioni che vendono nei supermercati sono completamente diverse da quelle che usiamo noi quindi quando vi assale la disperazione: ubriacatevi così il mondo vi sembrerà più piacevole e anche la vostra crescita sparirà come d'incanto. Scherzi a parte: aspettatemi! Vi voglio bene! Gianna».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Spesa da 150 euro all'Ipercoop, ma cerca di uscire pagandone solo 10

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Incidente in Sopraelevata, grave scooterista: traffico bloccato

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

Torna su
GenovaToday è in caricamento