rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Costume e società

Relazioni extraconiugali: la Liguria nella top 10 delle regioni in cui si tradisce di più

Secondo uno studio la Liguria finisce nella top 10 alla settima posizione

Com'è cambiato il tradimento nei confronti dei partner negli ultimi 50 anni? E quali sono le regioni italiane in cui si compie il maggior numero di tradimenti? La Liguria non è certo esente dal fenomeno, tanto da finire nella top 10 delle regioni italiane più 'vivaci' (alla settima posizione, per essere precisi) secondo la classifica stilata da Incontri-ExtraConiugali.com, sito dedicato a chi cerca cerca un’avventura in totale anonimato.

"Fino a 50 anni fa gli accordi nuziali si concludevano senza tener conto dei sentimenti dei promessi sposi e la relazionalità all’interno della coppia era meramente formale: il matrimonio era influenzato dalle rispettive famiglie e serviva a sigillare il senso di appartenenza ad una determinata comunità secondo appunto il vecchio adagio 'mogli e buoi dei paesi tuoi', con regole che erano molto rigide e, specialmente per le donne, la libertà individuale era molto limitata" spiega Alex Fantini, ideatore del portale.

L’amore era dunque una mera contingenza: se tra i partner fosse scattata la scintilla si sarebbe trattato di un fatto accidentale, una fortuna inattesa.

"Le donne non erano altro che le vestali di un’istituzione, quella matrimonial, che assegnava ad esse la funzione di reprimere i loro desideri per sublimarli nell’ideale romantico dell’amore ed in questo contesto la coppia monogamica aveva la funzione di contenere nel matrimonio il possibile 'straripamento delle passioni'" sottolinea l’ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Poi la situazione è cambiata ed è iniziata a prevalere una visione critica del matrimonio e delle gerarchie di potere che esso riproduceva, evidenziando una inconciliabilità tra interessi materiali ed amore coniugale.

"Così oggi l’amore nel matrimonio non è più una possibilità ma una condizione necessaria ed il sesso non ha più una finalità precipuamente riproduttiva quanto quella di 'poter godere'" sintetizza Fantini. Eppure in questa ricerca del piacere in cui il rapporto di coppia diventa sempre di più un’esperienza soggettiva iniziano a emergere le contraddizioni del disincanto affettivo e della conseguente perenne ricerca di relazioni al tempo stesso appaganti ed aperte. "È cambiato anche il senso della sessualità: prima il matrimonio era sinonimo di 'iniziazione alla sessualità', oggi invece il matrimonio segna spesso la fine di una sessualità indiscriminata. Ma l’infedeltà è come sempre universalmente condannata e altrettanto universalmente praticata" conclude Fantini.

Tradimenti: cosa è cambiato in 50 anni

Proprio alla luce dell’infedeltà, Incontri-ExtraConiugali.com ha voluto esaminare le profonde trasformazioni che si sono verificate nella vita di coppia negli ultimi decenni.

Se il tradimento è infatti oggi la causa più ricorrente nelle separazioni e nei divorzi, tradire è anche diventata un’opportunità per migliorare una relazione che non stava funzionando e per salvare un matrimonio.

Per via di una maggior diffusione delle app di dating, da una parte i tradimenti oggi sono più frequenti e dall’altra i fedifraghi sono facili da smascherareper via delle tracce digitali che essi lasciano sui portali non specializzati.

Cos’altro è cambiato? Cinquanta anni fa l’uomo era cacciatore mentre la donna manteneva un rapporto di intimità con una persona sola, oggi invece le parti si sono quasi invertite. E di qui anche il fenomeno delle 'cougar', le donne cacciatrici, che ha portato all’incredibile successo del portale CougarItalia.it, fondato anch’esso da Alex Fantini.

"Oggi non è più vero che gli uomini cercano prevalentemente sesso e le donne emozioni: tanto gli uomini quanto le donne cercano invece di soddisfare sia le loro esigenze carnali che i loro bisogni affettivi profondi" è l'ultimo commento del fondatore. 

La Liguria settima nella top 10

Indipendentemente dalle fasce d’età, la percentuale dei fedifraghi in Italia (59%) si conferma superiore rispetto al resto d’Europa (dove è mediamente del 34%). E raggiunge i suoi massimi in Lombardia (75%), Campania (74%) e Lazio (72%).

E dunque ecco la classifica delle regioni. In Lombardia la propensione al tradimento riguarda 7,6 uomini e 7,4 donne su 10. E la parola d’ordine è tradire anche in Campania e nel Lazio con rispettivamente 7,5 e 7,3 uomini e 7,4 e 7 donne su 10 che vogliono vivere un “affaire”.

La Toscana segue in quarta posizione: qui a voler tradire sono 7,2 uomini e 6,9 donne su 10. E la voglia di uscire, divertirsi e trasgredire rimane alta anche nella vicina Emilia-Romagna (7 uomini e 6,8 donne), in Piemonte (6,9 uomini e 6,8 donne) ed in Liguria (6,8 uomini e 6,6 donne) alla settima posizione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Relazioni extraconiugali: la Liguria nella top 10 delle regioni in cui si tradisce di più

GenovaToday è in caricamento