Sabato, 18 Settembre 2021
Costume e società

Caldo e umidità: ritorna l'incubo delle cimici, come allontanarle

In città e in provincia una nuova invasione, dopo quella dell'anno scorso. Coldiretti: «Quest'anno la situazione è drammatica»

L'autunno proprio non ne vuole sapere di portare un po' di fresco, e così, con la combinazione di caldo e umido, torna l'invasione delle cimici marmorate asiatiche anche a Genova.

Cimici, un'invasione già inziata nel 2016

In città sono "solo" fastidiosi insetti rumorosi e maleodoranti, mentre nelle campagne rappresentano un reale pericolo, perché le cimici sono in gradi di mettere a rischio i raccolti nei terreni agricoli. 

Ma come mai anche l'autunno 2017 è caratterizzato dalla massiccia presenza di questo insetto? E cosa si può fare per tenerlo lontano dalle case?

Perché questa invasione?

Senza dubbi, come nel 2016, il clima ha dato il suo contributo: temperature calde e umidità hanno favorito la moltiplicazione di questo insetto proveniente dalla Cina che, qui in Italia, non ha antagonisti naturali, e dunque è libero di proliferare.

L'invasione dei cosiddetti insetti alieni, cioè provenienti da altri continenti, è dovuta all'intensificarsi degli scambi commerciali attraverso i quali le cimici sono arrivate in Italia, dove hanno trovato un habitat favorevole a causa dei cambiamenti climatici che hanno accentuato il surriscaldamento e gli sfasamenti stagionali.

Come allontanare le cimici da casa

Le cimici, come abbiamo già scritto sopra, sono insetti rumorosi e - quando vengono uccise - molto maleodoranti. In più, i loro escrementi, piccoli puntini marroni, possono macchiare i tessuti.

Come allontanarle da casa? Gli esperti consigliano rimedi naturali e semplici come il piretro, insetticida biologico adatot anche per i piccoli orti, oppure acqua e sapone di Marsiglia da spruzzare nelle zone in cui solitamente passano le cimici, o direttamente sopra questi insetti. Il sapone distrugge la loro protezione esterna e le disidrata, uccidendole, così come anche la farina fossile che si può spargere nelle zone di accesso. Per quanto riguarda le piante, si consiglia di pulire manualmente le foglie dalle uova (le cimici ne depongono fino a 400 alla volta).

Altrimenti, ottimi repellenti naturali sono considerati aglio, menta ed erba gatta.

Come allontanare le cimici dai campi

Altro discorso per le campagne, in cui le cimici possono mettere a rischio i raccolti.

Per quanto riguarda le colture la lotta per ora può avvenire solo attraverso protezioni fisiche come le reti anti insetti, perché non è possibile al momento importare insetti antagonisti dalla Cina per motivi sanitari.

Coldiretti: «Quest'anno la situazione è drammatica»

L'invasione delle cimici sta distruggendo i raccolti nei frutteti, negli orti, ma anche le grandi colticazioni di soia e mais soprattutto nel nord Italia. «Il comparto ortofrutticolo nazionale - fa sapere Coldiretti - a causa dell’insetto, ha registrato nelle aziende colpite gravi perdite, in particolare, per quanto riguarda la coltivazione di mele, pere e pesche, che vanno oltre il 40% in areali fortemente vocati a tali produzioni. Va anche detto che i danni causati da tale insetto determinano una notevole percentuale di frutti deformi (in alcuni casi superiore al 50%) con conseguente deprezzamento o non commerciabilità».

Un pericolo per le coltivazioni, ma non per l'uomo

«Se le cimici provocano vere stragi delle coltivazioni, per l’uomo, oltre al fastidio provocato dagli sciami che si posano su porte, mura delle case e parabrezza delle auto, l’unico pericolo – continua la Coldiretti – è il cattivo odore che gli insetti emanano se schiacciati. La ricerca in laboratorio e in campo è impegnata – conclude la Coldiretti – nell’affrontare la lotta alla cimice asiatica allo stadio primordiale agendo sul suo metabolismo per arginare la problematica prima che le cimici si sviluppino sulle varie colture».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo e umidità: ritorna l'incubo delle cimici, come allontanarle

GenovaToday è in caricamento