Cosa deve fare "chi veu vedde ûn cattïo"?

È uno dei proverbi popolari della Liguria, una "perla di saggezza" conosciuta a livello universale

Cosa deve fare chi vuol vedere un cattivo?

A venirci incontro - per risolvere questo simpatico dilemma - è un proverbio popolare ligure, declinato poi anche in altri dialetti, una "perla di saggezza" riconosciuta a livello universale. È infatti risaputo che non esiste peggior cattivo di un buono che, in seguito a una forte delusione o a un tradimento, diventa cattivo. E infatti il proverbio genovese dice:

Chi veu vedde ûn cattïo, fasse arraggiâ ûn bon.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ovvero, tradotto, chi vuol vedere un cattivo, faccia arrabbiare un buono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Elezioni, prende forma il nuovo consiglio regionale: i nomi

  • Mascherina obbligatoria anche di giorno nel centro storico, Bucci: «Aumenteremo i controlli»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento