Cosa deve fare "chi veu vedde ûn cattïo"?

È uno dei proverbi popolari della Liguria, una "perla di saggezza" conosciuta a livello universale

Cosa deve fare chi vuol vedere un cattivo?

A venirci incontro - per risolvere questo simpatico dilemma - è un proverbio popolare ligure, declinato poi anche in altri dialetti, una "perla di saggezza" riconosciuta a livello universale. È infatti risaputo che non esiste peggior cattivo di un buono che, in seguito a una forte delusione o a un tradimento, diventa cattivo. E infatti il proverbio genovese dice:

Chi veu vedde ûn cattïo, fasse arraggiâ ûn bon.

Ovvero, tradotto, chi vuol vedere un cattivo, faccia arrabbiare un buono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

  • Bassetti: «Gli studi seri dimostrano che il plasma iperimmune è come non usare nulla»

  • Vaccino covid: come facciamo a sapere quando sarà il nostro turno e come saremo contattati

Torna su
GenovaToday è in caricamento