rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Costume e società

Baccalà fritto: il migliore d'Italia si mangia in due locali a Genova e Savona, secondo Gambero Rosso

Alla scoperta dei due locali menzionati da Gambero Rosso

Che buono il baccalà, soprattutto se fritto: non importa se preparato come frittelle, crocchette, tempura, panato, a filetti o a bocconcini, è un piatto senza tempo che è sempre un piacere mangiare, in ogni stagione. 

Il baccalà fritto è un tipo di 'street food' molto apprezzato in Italia, famoso anche all'estero e soprattutto in Portogallo, e il portale enogastronomico Gambero Rosso ha selezionato alcuni locali in cui si mangiano le migliori porzioni in tutto il Paese. Ai primi due posti, due locali liguri.

Al primo posto, "O Boteco do Bonde Amarelo", che a Genova è al Mog di via XX Settembre (la sede originaria di via San Luca ha chiuso a fine ottobre). Si tratta di un locale specializzato in cucina portoghese che prepara il baccalà in tanti modi, tra cui a crocchette con uova, patate e olive, impanato e fritto, e non solo.

Al secondo posto, "Fette Panissa" a Savona, in vico dei Crema. Qui la cucina è quella tradizionale ligure, con al centro la panissa, miscela di farina di ceci, acqua e sale, ma non mancano specialità sfiziose proprio come le frittelle con baccalà.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baccalà fritto: il migliore d'Italia si mangia in due locali a Genova e Savona, secondo Gambero Rosso

GenovaToday è in caricamento