Giovedì, 28 Ottobre 2021
Costume e società

"Luca": 10 dettagli che fanno capire che è inequivocabilmente ambientato in Liguria

Genova viene menzionata in diversi momenti. E poi i nomi genovesi sulle insegne, la focaccia, le trenette al pesto, e tanto altro

Da qualche giorno è arrivato in streaming su Disney+ "Luca", il nuovo film di animazione Disney Pixar di cui si è tanto parlato. Se dal trailer (e dalla provenienza del regista Enrico Casarosa, genovese) si poteva intuire che la produzione fosse ambientata in Liguria, dopo averlo visto ogni dubbio viene fugato. Ebbene sì, lo scenario è proprio quello della nostra regione, e questo fatto viene esplicitamente chiarito nel film. Prima dell'arrivo ufficiale sulla piattaforma streaming, in ogni caso, lo stesso regista in conferenza stampa a Genova aveva confermato che l'avventura era ambientata in una località (Portorosso) che strizza appositamente l'occhio alle Cinque Terre, e che erano stati inseriti appositamente nel film alcuni dettagli decisamente "liguri".

Ecco 10 dettagli che - oltre ai paesaggi mozzafiato - fanno capire che sì, ci troviamo proprio in Liguria:

1. Genova viene menzionata esplicitamente

Genova viene menzionata più volte soprattutto dalla protagonista Giulia. È la città in cui lei va a scuola, viene nominata anche la stazione di Genova Piazza Principe, e alla fine si vede anche un biglietto del treno che indica il nome di "Genova". Più chiaro di così!

2. Portorosso come Monterosso

L'ambientazione è chiaramente quella delle Cinque Terre, lo dice non solo il panorama inconfondibile ma anche il nome del borgo marinaro in cui Luca si reca con il suo amico: Portorosso ricorda molto (e non è un caso) Monterosso.

3. La focaccia

La grande presenza della focaccia, prodotto tipico ligure, non può passare inosservata: nel film si vede una bottega che la vende, e poi "Focaccia" è anche il nome di una barca.

4. Le trenette pesto, patate e fagiolini

Trenette con pesto, patate e fagiolini: il "pasto dei campioni" con cui i due protagonisti vengono sfamati da Giulia e dal suo burbero papà. 

5. La ricetta del pesto

Come se non bastasse, sui social Pixar è stata pubblicata la ricetta del pesto preparato proprio dai personaggi di "Luca", svelata dal regista genovese Enrico Casarosa.

6. L'ascensore di Castelletto

Nei titoli di coda si vedono le immagini di Giulia e Luca inequivocabilmente a Genova: c'è la Lanterna e poi un paesaggio molto familiare: quello che si vede da Spianata Castelletto, con tanto di ascensore accanto, per celebrare la "Genova verticale" che piaceva tanto anche al poeta Giorgio Caproni.

7. I nomi tipici

Nella piazzetta di Portorosso e non solo ci sono alcuni rimandi a cognomi tipici liguri: il bar Pittaluga, via Revello, alimentari Repetto, e così via (senza dimenticare la latteria San Giorgio, omaggio a uno dei simboli di Genova). Su un manifesto è anche possibile leggere la parola "ravatti", tipica genovese.

8. Il gatto Seppia

Il gatto "scontroso" del papà di Giulia, Machiavelli, è veramente identico a Seppia, il felino di Boccadasse che ha incantato gli instagrammer di Genova e non solo, con la sua espressione da "mugugnone". Anche se il regista ha poi detto che non era un riferimento voluto in quanto ha appreso dell'esistenza di Seppia solo in un momento successivo.

9. Dal treno allle statue subacquee

Ampio risalto è stato dato al lungometraggio in Liguria: dal treno regionale con i protagonisti del film alla posa delle statue subacquee dei due protagonisti di "Luca" al largo di Monterosso

10. I "foresti"

Luca e Alberto arrivano da fuori e vengono subito guardati con sospetto dal cattivo di turno, il bullo Ercole: «Forestieri, eh? (il vero genovese in quel momento ha pensato subito ai "foresti", ndr) Lasciate che vi accolga» dice, lasciando intuire che sarà tutto tranne che un'accoglienza ospitale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Luca": 10 dettagli che fanno capire che è inequivocabilmente ambientato in Liguria

GenovaToday è in caricamento