Farmaci via app, l'iniziativa parte da Cornigliano: «Come ordinarsi una pizza»

La Farmacia Moderna inaugura da lunedì il nuovo servizio di consegna delle medicine a domicilio tramite una App, verrà coperta la zona da Sampierdarena a Multedo

Esattamente come ordinarsi una pizza su Just Eat, ma si tratta di medicine. L'idea è venuta a Federico Lupo ed Emilia Grassi, da anni titolari della Farmacia Moderna di via Cornigliano. Ed ecco che utilizzando la App, Pharmap, da lunedì 30 marzo tutto questo sarà possibile.

«L'idea – ci racconta Federico – mi è venuta proprio mentre ordinavo una pizza con una app. E fortuna vuole che esisteva un supporto anche per le farmacie!».

Da lunedì 30 marzo la Farmacia Moderna di Cornigliano inizierà questo importantissimo servizio «Un servizio per la comunità, attivo nel raggio di 5 chilometri, quindi tra Sampierdarena e Multedo. Le spedizioni per il mese di aprile le paghiamo noi. Verrà consegnato qualsiasi prodotto entro 1 ora o nella fascia della giornata richiesta».

«Utilizzarlo è semplicissimo – continua Federico – basta mandare un messaggio su whatsapp per conoscere come funziona il servizio (3388758460) o scaricare direttamente la app “Pharmap” e impostare la Farmacia Moderna per il servizio».

Federico ed Emilia, insieme alla collaboratrice Alessia, da più di un mese ormai stanno fronteggiando questa pandemia a stretto contatto con le paure dei genovesi: «Come si lavora ai tempi del coronavirus? Notando il meglio e il peggio del prossimo, aumentando la dose di pazienza e cercando di capire i momenti di irrazionalità dettati da una comprensibile paura».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una paura che Federico ha iniziato a sentire da tempo: «La preoccupazione? Tutto è iniziato con i primi abbandoni a livello terapeutico da parte della comunità anziana per paura della mancanza di cibo. Non esiste solo il Covid-19, l'abbandono terapeutico significa crisi sanitaria per eccesso di casi urgenti, per questo motivo prevenzione e farmacia devono essere sempre presenti, prima ancora di ospedali e medici, che dovrebbero essere l'ultima risorsa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento