Fasce deboli, un "barattolo dell'emergenza" in frigo per salvare vite

Siglato l'accordo tra Regione e distretti Lions: anziani e persone affette da disabilità potranno chiedere gratuitamente un contenitore giallo in cui tenere una scheda con le informazioni utili per i soccorritori

Un semplice barattolo che si rivela uno strumento utilissimo per salvare una vita: all'interno, informazioni preziose sulla salute e sulle patologie di cui soffre la persona che lo ha riposto nel frigo, luogo in cui i soccorritori sanno di doverlo andare a cercare.

È questo il meccanismo su cui si basa il "barattolo dell'emergenza", al centro del protocollo d'intesa firmato da Regione Liguria  e i distretti dei Lions per avviare una collaborazione finalizzata alla distribuzione a soggetti anziani o disabili di un barattolo giallo, da tenere sempre in un luogo ben preciso della casa e quindi immediatamente individuabile.

All'interno del barattolo, una scheda compliata dal medico di famiglia che riporta tutte le informazioni di base indispensabili ai soccorritori in caso di emergenza, dati fondamentali da avere a portata di mano soprattutto in caso di intervento in casa di persone che abitano sole e che non hanno nessuno che possa relazionare sul loro quadro clinico. 

I barattoli verranno distribuiti gratuitamente ad anziani e/o disabili che ne faranno richiesta tramite farmacie, pubbliche assistenze e associazioni di volontariato per anziani: il progetto è già attivo in Inghilterra e in Germania, e al barattolo associa un contrassegno giallo da apporre sulla porta per far sapere ai soccorritori che in casa è presente il barattolo.

«Regione Liguria intende sostenere questa iniziativa - ha detto l'assessore alla Sanità, Sonia Viale - perché è importante creare una rete di protezione e sostegno rivolta alle fasce deboli della popolazione. Il partenariato con i Lions ci rende orgogliosi di simili realtà, impegnate sul territorio per il bene della comunità».

«I medici di famiglia compileranno il foglio, con l’indicazione delle patologie da cui è affetto il paziente, dei medicinali eventualmente incompatibili con la persona, delle persone da contattare in caso di bisogno - ha aggiunto Erminio Ribet, governatore di uno dei distretti Lions - Il foglio viene messo in un vero e proprio barattolo, con l’indicazione di collocarlo nel frigorifero. Il frigo è un oggetto che in casa hanno tutti, di solito è il meno danneggiato in caso di incendio e al quale i soccorritori possono avere facilmente accesso. Per sapere se la persona è dotata di barattolo, sarà suggerito di mettere un piccolo contrassegno vicino al campanello dell’abitazione».     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Elicottero su via Balbi e Principe, Alberto Angela al lavoro per le sue "Meraviglie"

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

  • Pioggia e neve, prolungata l’allerta su tutta la regione

Torna su
GenovaToday è in caricamento